BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Enalapril

Enapren, Converten, Vasoretic e altri

Effetti collaterali - Quali sono gli effetti collaterali di Enalapril?


         

Centrali: vertigini, cefalea, agitazione, panico, depressione acuta, insonnia, parestesia, confusione mentale, tendenza al suicidio, allucinazioni visive. Il database del Centro di Farmacovigilanza Olandese LAREB conteneva, fino al 24/03/2007, 6 segnalazioni di allucinazioni visive associate all'uso di ACE-inibitori, incluso enalapril. Nel caso riportato per enalapril, le allucinazioni sono comparse tre giorni dopo aver aumentato il dosaggio del farmaco (fino a 20 mg bid) e sono scomparse due giorni dopo la sua sospensione. Il database dell'Uppsala Monitoring Centre conteneva 97.293 segnalazioni di ADR per ACE-inibitori fino al 24/03/2006, di cui 218 erano allucinazioni. In letteratura è stato riportato un caso di allucinazioni visive dopo trattamento con enalapril alla dose di 5 mg bid (Haffner et al., 1993). Il meccanismo secondo cui gli ACE-inibitori possano provocare allucinazioni visive non è noto. E' stato ipotizzato che tale meccanismo possa dipendere dalla loro capacità di inibire l'encefalinasi, enzima che idrolizza le encefaline, oppioidi endogeni, con conseguente aumento dei loro livelli (Rabinowitz, Reis, 2001).

Cardiovascolari: ipotensione, dolore toracico, tachicardia, sincope. Il rischio di ipotensione aumenta in associazione ad un diuretico o in condizioni di ipovolemia.

Dermatologici: rash cutanei, pemfigo, vampate, alopecia, diaferesi, fotosensibilità, orticaria, prurito, psoriasi pustolosa, affezione cutanea con caratteristiche simili alla micosi fungoide, modificazioni dell'unghia, prurito in sede vulvovaginale, eritema multiforme, dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Jonhson, necrolisi epidermica tossica, reazioni interstiziali granulomatose con caratteristiche simili all'infiltrazione linfocitica di Jessner-Kanof (infiltrati infiammatori micronodulari sparsi nel derma nelle zone pericapillari) (Schepis et al., 2004).

Gastrointestinali: nausea, vomito, diarrea, stomatite, disgeusia in genere non grave, stitichezza, dispepsia, alterazione del gusto, occlusione intestinale, pancreatite.

Ematici: agranulocitosi, neutropenia, pancitopenia, anemia aplastica, eosinofilia, leucocitosi, anemia emolitica.

Endocrini: impotenza.

Epatici: insufficienza epatica, epatite epatocellulare o colestatica, ittero.

Metabolici: iperkaliemia (potassio sierico > 5 mmol/L) (soprattutto in pazienti trattati con diuretici risparmiatori di potassio o con supplementi di potassio), azotemia, ipercreatininemia, ipovolemia, iponatremia, incremento della fosfatasi alcalina. L'iperkaliemia è associata a gravi aritmie cardiache (aritmia ventricolare e arresto cardiaco) e a debolezza e paralisi. L'iperkaliemia da ACE-inibitori è causata dall'azione inibente di questi farmaci sull'aldosterone con conseguente riduzione dell'escrezione renale di potassio a cui segue l'aumento della concentrazione sierica dello ione. E' stato riportato un caso di paralisi iperkaliemica (paralisi flaccida) in un paziente trattato con enalapril. L'iperkaliemia può portare a paralisi per depolarizzazione prolungata delle membrane cellulari; il trattamento prevede la somministrazione di glucosio e insulina, calcio e dialisi (Dutte et al., 2001).

Muscoloscheletrici: crampi, muscolari, mialgia, atralgia.

Oftalmici: obnubilamento, visione offuscata.

Renali: oliguria, insufficienza renale (specie in pazienti con stenosi delle arterie renali), glomerulonefrite e necrosi tubulo-renale, incontinenza da sforzo, nefrolitiasi.

Respiratori: tosse secca (circa 23%), ostruzione nasale, asma, broncospasmo, dispena, rinorrea, mal di gola, raucedine. La tosse rappresenta uno degli effetti collaterali più frequenti associati alla terapia con ACE-inibitori con una prevalenza nel sesso femminile (3/1).

Sistemici: astenia (da affaticamento e sincopica), febbre, anoressia, reazioni allergiche (angioedema del viso, della lingua e della glottide), complesso di sintomi comprendente: febbre, sierosite, vasculite, mialgia/miosite, artralgia/artrite, anticorpi antinucleo (ANA) positivi, VES aumentata, eosinofilia, leucocitosi.

Uditivi: tinnito.