BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arginina

Bioarginina, Spidifen e altri

Indicazioni - Quali sono le indicazioni terapeutiche di Arginina?


         

L’arginina è indicata in caso di:

1) trattamento coadiuvante dei disturbi funzionali di origine epatica (epatoprotettore), inclusa l’iperammoniemia refrattaria alla terapia convenzionale. In particolare l’arginina è utilizzata nei pazienti con deficit ereditario di ornitina carbamoil transferasi e carbamoil fosfato sintetasi, enzini coinvolti nel ciclo dell’urea;

2) trattamento coadiuvante dell’encefalopatia epatica;

3) trattamento coadiuvante dell’astenia e in caso di affaticamento;

4) trattamento coadiuvante di dispermie (oligoastenospermie, iposomie) dovute ad oligospermia e bradicinesi. Nel trattamento dell’infertilità si sono ottenuti risultati contrastanti (Jungling, Bunge, 1976; Pryor et al., 1978).

5) test di stimolazione della ghiandola pituitaria (ipofisi) per verificare la riserva ipofisaria dell’ormone della crescita (FDA). Nei pazienti in cui il rilascio dell’ormone della crescita (GH) è normale, l’infusione di arginina determina un picco nella concentrazione plasmatica dell’ormone. Il test con arginina può essere utilizzato nella diagnosi delle seguenti patologie: panipopituitarismo, dimorfismo dell’ipofisi, adenoma cromofobo, craniofaringioma postchirurgico, ipofisectomia, danno ipofisario, acromegalia, gigantismo e alterazioni della crescita in altezza.

6) nutrizione parenterale, come integrazione di soluzioni aminoacidiche in stati post traumatici chirurgici e non (malnutrizione, malattie infettive acute e croniche, atrofie infantili, stati di shock, stati post-emorragici, diarrea profusa, scottature estese).

Usi off label

1) nel trattamento dei ritardi di crescita (in presenza di secrezione di GH normale o ridotta, ma non inibita);

2) correzione dell’alcalosi indotta da epatite acuta fulminante (Auslander, Gitnick, 1977);