BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Levosulpiride

Levopraid, Levobren

Avvertenze - Quali informazioni conoscere prima di usare Levosulpiride?


         

Eventi cerebrovascolari: la levosulpiride deve essere usata con cautela in pazienti con fattori di rischio per ictus. In studi clinici randomizzati è stato infatti osservato un aumento di circa 3 volte del rischio di eventi cerebrovascolari in associazione all’uso di farmaci antipsicotici atipici (ovvero che interagiscono coi recettori dopaminergici D2 e serotoninergici 5-HT, come appunto la levosulpiride) in pazienti con demenza. Il meccanismo non è noto e quindi non si può escludere un aumento di rischio anche per altri gruppi di pazienti.

Malattia cardiovascolare o prolungamento dell’intervallo QT: la levosulpiride deve essere usata con cautela in pazienti con malattie cardiovascolari o con storia familiare di prolungamento del tratto QT del tracciato elettrocardiografico.

Tromboembolismo venoso: poiché sono stati riportati alcuni casi di tromboembolismo venoso durante la terapia antipsicotica, è necessario che in pazienti con fattori di rischio per tromboembolismo venoso siano intraprese eventuali misure preventive.

Emorragie gastrointestinali, ostruzioni meccaniche o perforazioni intestinale: la levosulpiride non deve essere somministrata quando la stimolazione della motilità gastrointestinale può essere pericolosa (AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco, 2012).

Gravidanza e allattamento: la levosulpiride non deve essere somministrata in gravidanze né durante l’allattamento.
L’esposizione ad antipsicotici tipici o atipici, inclusa levosulpiride, durante il terzo trimestre di gravidanza può indurre nel neonato sintomi extrapiramidali o di astinenza. Sono stati segnalati: agitazione, ipertonia, ipotonia, tremore, sonnolenza, stress respiratorio, disturbi dell’assunzione di cibo.

Effetti sulla capacità di guidare e di usare macchinari: poiché la levosulpiride a dosi elevate può indurre sonnolenza, torpore o discinesie (alterazione dei movimenti), l’uso del farmaco potrebbe compromettere la capacità di guidare e di usare macchinari che richiedano attenzione e coordinazione costante nel tempo.

Alcool: evitare l’assunzione contemporanea di alcool e levosulpiride.

Pazienti anziani affetti da demenza: due ampi studi osservazionali hanno concluso che i pazienti anziani affetti da demenza se trattati con antipsicotici presentano un lieve aumento di mortalità (AIFA - Agenzia Italiana del Farmaco, 2011). L’entità di tale rischio tuttavia non può essere stabilita a causa dell’insufficienza dei dati disponibili. La levosulpiride non è raccomandata nel trattamento dei disturbi comportamentali della demenza.

         


Nota:
Innova et Bella, nell'ambito delle proprie attivita pro bono, ha condiviso con Wikipedia, l'enciclopedia libera, un accordo di licenza gratuita relativa ai contenuti della sezione "Avvertenze" di Pharmamedix.

In particolare I&B autorizza e predispone la pubblicazione dei contenuti di questa sezione "Avvertenze", con licenza GFDL e CC-BY_SA, sulla pagina dell'enciclopedia libera alla Voce "Levosulpiride".