BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Tiocolchicoside

Muscoril, Miotens, Muscoflex e altri

Avvertenze - Quali informazioni conoscere prima di usare Tiocolchicoside?


         

Terapie prolungate: il tiocolchicoside non è indicato per terapie croniche. La durata massima in caso di somministrazione orale è di 7 giorni, mentre quella in caso di somministrazione intramuscolare è di 5 giorni (EMA, 2013).

Applicazione topica: l’applicazione topica di tiocolchicoside non è risultata indurre fenomeni di sensibilizzazione (Janbroers, 1987). Nel caso comunque dovesse verificarsi sensibilizzazione, sospendere il farmaco e se necessario istituire una terapia idonea.

Sincope vasovagale: in caso di somministrazione intramuscolare monitorare il paziente per il rischio di episodi di sincope vasovagale.

Epilessia: il tiocolchicoside non dovrebbe essere somministrato in pazienti con danno della barriera ematoencefalica, danno acuto cerebrale o con storia di epilessia per il rischio di insorgenza di crisi convulsive (Glavina-Bianchi et al., 2009).

Gravidanza: le donne in età fertile che iniziano un trattamento con tiocolchicoside per bocca o per via intramuscolare devono adottare misure di contraccezione adeguate (farmaco potenzialmente genotossico). Alcuni studi in vitro e in vivo infatti hanno messo in evidenza che un metabolita del farmaco può indurre aneuploidia, può cioè provocare delle anomalie nel numero di cromosomi nelle cellule in divisione (Agenzia Italiana del Farmaco – AIFA, 2019).

Aspartame: in alcune formulazioni farmaceutiche (compresse orodispersibili) è presente l’aspartame. L’aspartame è fonte di fenilchetonuria e pertanto è controindicato in caso di pazienti con fenilchetonuria.

Lattosio: può essere presente come eccipiente nelle formulazioni farmaceutiche orali. Nei pazienti con intolleranza al lattosio, valutare con il medico l’opportunità di assumere il medicinale.

Alcol etilico (etanolo): può essere presente come eccipiente nelle formulazioni topiche (schiuma cutanea). L’alcol etilico, quando applicato frequentemente sulla pelle, può indurre secchezza e irritazione.

Paraidrossibenzoati: nelle preparazioni topiche di tiocolchicoside (creme, unguenti) possono essere presenti fra gli eccipienti i paraidrossibenzoati. Queste sostanze possono provocare reazioni allergiche ritardate (dermatite da contatto); meno frequentemente reazioni allergiche immediate (orticaria, broncospasmo).

         


Nota:
Innova et Bella, nell'ambito delle proprie attivita pro bono, ha condiviso con Wikipedia, l'enciclopedia libera, un accordo di licenza gratuita relativa ai contenuti della sezione "Avvertenze" di Pharmamedix.

In particolare I&B autorizza e predispone la pubblicazione dei contenuti di questa sezione "Avvertenze", con licenza GFDL e CC-BY_SA, sulla pagina dell'enciclopedia libera alla Voce "Tiocolchicoside".