BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Candida

Sintomi


         

Quali sono i sintomi della Candida?

I sintomi dell’infezione da Candida comprendono:
• lesioni eritematose a livello della cute e delle mucose
• prurito
• arrossamento
• desquamazione della cute
• formazione di essudato
• perdite biancastre (leucorrea) dalla consistenza caseosa
• bruciore

I sintomi dell’infezione da Candida variano in base al sito di localizzazione.

Le infezioni cutaneee da Candida si presenta con lesioni arrossate, eritematose di forma e dimensioni variabili, delimitate da un bordo desquamato più chiaro ed associate a prurito, macerazione dell’area interessata, formazione di essudato e piccole lesioni nell’area circostante. Le lesioni compaiono a livello delle pieghe cutanee della regione sottomammaria, del solco intergluteo (dermatite da pannolino), nelle regioni ascellare, inguinale e perianale, sulle unghie (perionissi da Candida) e negli spazi interdigitali delle mani e dei piedi (candidosi interdigitale).
La perionissi da Candida colpisce inizialmente il tessuto periungueale, causando dolore, tumefazione, arrossamento, desquamazione della cute e formazione di essudato. In seguito l’infezione può estendersi alla lamina ungueale; la superficie dell’unghia diventa irregolare, assume una colorazione giallognola e in alcuni casi può verificarsi il distacco dell’unghia.
Lesioni cutanee arrossate di diametro pari a 0,5-1 cm possono comparire anche in seguito a infezione sistemica da Candida.
Nella candidosi mucocutanea cronica, una forma di infezione cutanea da Candida che compare in pazienti affetti da deficit del sistema immunitario, sono presenti lesioni a livello della cute (placche eritematose, ipercheratosiche localizzate soprattutto a livello del naso e della fronte), del cuoio capelluto e delle unghie, associate a candidosi della mucosa orale (mughetto).

I sintomi dell’infezione vaginale da Candida comprendono irritazione ed arrossamento delle mucose, prurito intenso, formazione di piccole vescicole e perdite biancastre (leucorrea) dalla consistenza caseosa. Altri possibili sintomi sono il bruciore, in particolare durante la minzione o il dolore durante i rapporti sessuali. In alcuni casi l’infezione può anche essere asintomatica.
La balanite e la balanopostite (infezione da Candida del prepuzio e del glande) sono caratterizzate da lesioni eritematose, prurito, vescicole e a volte formazione di essudato biancastro.

L’infezione da Candida della mucosa orale (mughetto) è caratterizzata da eritema delle mucose seguito dalla comparsa di chiazze biancastre, di consistenza grumosa, isolate o confluenti in placche; in seguito ad asportazione, la mucosa sottostante appare arrossata e talvolta dolorante.
La presenza di piccoli depositi biancastri a livello delle commessure labiali caratterizza la stomatite angolare causata da Candida albicans; tali depositi possono andare incontro a desquamazione.

I sintomi di infezioni da Candida localizzate a livello del sistema gastrointestinale comprendono aerofagia, dispepsia, sensazione di bruciore e dolore a livello dello stomaco, aerofagia, dolori addominali, diarrea.
L’esofagite da Candida è caratterizzata da odinofagia e disfagia, associate a mughetto. Talvolta può comparire dolore retrosternale.

Nelle infezioni sistemiche da Candida possono comparire lesioni a livello della cute, della mucosa orale, della mucosa vaginale ed esofagite associate ad altri disturbi, a seconda degli organi coinvolti. L’insorgenza di febbre è provocata dalla candidemia, la diffusione del microrganismo nel circolo sanguigno.
Le candidosi sistemiche possono causare endocardite, pericardite, artrite, endoftalmite e raramente polmonite; le infezioni che si estendono al sistema nervoso centrale in alcuni casi danno origine a meningiti.
Le infezioni da Candida a livello delle vie urinarie possono evolvere in cistite, i cui sintomi sono dolori al basso ventre, bruciore, pollachiuria, disuria. La formazione di granulomi caseificati (fungus ball o bezoari) ed ascessi a livello dell’uretere o della pelvi renale può portare ad ostruzione delle vie urinarie (Keane et al., 1993).