BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Colite Ulcerosa

Sintomi


         

Quali sono i sintomi della Colite Ulcerosa?

I sintomi della colite ulcerosa (o rettocolite ulcerosa) comprendono:

La maggior parte delle persone manifesta una sintomatologia da lieve a moderata; meno del 10% presenta sintomi gravi.

L’elemento caratteristico è la diarrea ematica. Gli attacchi di diarrea possono ripetersi più volte al giorno e le scariche tendono ad essere più frequenti con l’aggravarsi della malattia. L’episodio diarroico può essere preceduto da tenesmo rettale, accompagnato da dolore crampiforme e dalla presenza di sangue e muco nelle feci. Si parla di tenesmo quando si verificano spasmi dello sfintere anale in assenza di evacuazione. La presenza di sangue è causata dalle ulcerazioni della mucosa conseguenti allo stato di infiammazione cronica. L’episodio diarroico può presentarsi in forma acuta e violenta, con febbre alta e tossiemia sistemica, ovvero presenza di sostanze nel sangue a concentrazioni tossiche. Il ripetersi degli episodi diarroici nell’arco della giornata e per più giorni consecutivi può portare a disidratazione e ad alterazioni elettrolitiche.

La colite ulcerosa può causare manifestazioni in distretti corporei diversi da quello intestinale, che possono essere correlate o non correlate con l’attività della malattia stessa. A livello muscolo scheletrico la colite ulcerosa causa artralgie che possono interessare la colonna vertebrale e/o le articolazioni periferiche. In caso di artralgia periferica le articolazioni coinvolte possono essere poche (artropatia di tipo 1 o pauciarticolare) o numerose (artropatia di tipo 2 o poliarticolare; articolazioni coinvolte > 5). Il primo tipo di artralgia ha una prevalenza del 35%, il secondo del 24%. Le artropatie di tipo 1 coinvolgono in genere grosse articolazioni, sono asimmetriche, non erosive, autolimitanti (durata < 10 settimane) e si manifestano in caso di riacutizzazione della colite ulcerosa. Le artropatie di tipo 2 interessano piccole articolazioni, possono essere anche erosive, persistono per più tempo di quelle di tipo 1 e non sono correlate allo stato di malattia intestinale (Vavricka et al., 2015).

La colite ulcerosa può causare problemi anche a livello cutaneo (eritema nodoso, ulcere aftose, pioderma gangrenoso), oftalmico (episclerite, irite, uveite, ulcere corneali) ed epatico. Tra le manifestazioni epatiche secondarie a colite ulcerosa la più importante per severità è la colangite sclerosante che può avere anche esito mortale. Si tratta di una malattia progressiva che porta a fibrosi e stenosi i vasi biliari intra ed extra epatici. Circa i tre quarti dei pazienti con colangite sclerosante presentano anche colite ulcerosa. Inoltre, la combinazione colangite sclerosante più malattie infiammatorie croniche intestinali è gravata da un rischio aumentato di tumore del colon retto.