BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Epilessia

Prevenzione


         

Come prevenire l'Epilessia?

Nei casi di epilessia riconducibili a danno cerebrale come nella maggior parte delle epilessie parziali sintomatiche o criptogeniche (vale a dire di cui non si conosce la causa) è possibile minimizzare il rischio attuando le normali misure di sicurezza per evitare lesioni alla corteccia cerebrale. Questo si concretizza, ad esempio, nell’indossare le cinture di sicurezza in auto e il casco in moto, oltre che nell’uso del seggiolino per i bambini in macchina per ridurre il rischio di trauma cranico. È importante, inoltre, la cura delle malattie cardiocircolatorie, dell’ipertensione e delle infezioni durante tutto il corso della vita in quanto il mancato trattamento di tali patologie potrebbe portare a danni cerebrali (Benjamin, 2004). In gravidanza è importante evitare fattori di rischio quali fumo, sostanze tossiche o farmaci che potrebbero avere effetti negativi sulla salute del feto. Al momento del parto e dei primi minuti di vita postnatale è importante garantire la disponibilità di tutte quelle misure d’intervento d’emergenza per la salvaguardia della salute materna e del bambino. Nei primi anni di vita del bambino la somministrazione di farmaci antipiretici (paracetamolo) consente di ridurre il rischio di convulsioni associate a febbre elevata.

In caso di epilessia che dipenda da una predisposizione su base genetica (ad esempio l’epilessia mioclonica giovanile idiopatica), allo stato attuale non sono disponibili misure di prevenzione.