BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Mononucleosi

Sintomi


         

Quali sono i sintomi della Mononucleosi?

I sintomi della mononucleosi comprendono:

La mononucleosi è una malattia infettiva contagiosa. In alcuni casi può decorrere in maniera asintomatica o con sintomi molto lievi e aspecifici, che non vengono ricondotti ad essa.
Considerando la popolazione di età compresa tra 18 e 22 anni, è stato stimato che circa il 75% sviluppa mononucleosi in seguito all’infezione da parte del virus Epstein-Barr (EBV); di questi il 15% mostra sintomi atipici e il 10% risulta asintomatico (Balfour et al., 2013).

I sintomi più comuni della mononucleosi sono rappresentati dalla triade febbre, mal di gola e linfoadenopatia (ingrossamento dei linfonodi).
Nella maggior parte dei casi inizialmente si avverte un forte mal di gola, spesso associato al gonfiore del collo a causa dei linfonodi. Un altro sintomo molto comune è il senso di spossatezza e affaticamento generale, con mialgia.
Inoltre si possono ritrovare splenomegalia o epatomegalia, aumento della bilirubina circolante con itterizia, edema dell’ugola o periorbitale (intorno all’occhio), scarso appetito (che induce una perdita di peso) e petecchie sul palato.
Raramente la splenomegalia evolve nella rottura della milza, evento estremamente doloroso e improvviso, che deve essere trattato urgentemente o può risultare fatale.
La maggior parte dei sintomi durano per una decina di giorni circa, ma il senso di affaticamento e la linfoadenopatia spesso permangono per almeno tre settimane (Balfour et al., 2015).

Quando l’infezione colpisce pazienti in età preadolescenziale, invece, generalmente l’infezione rimane silente, oppure si manifesta con sintomi molto più lievi.