Home News About us Comitato scientifico Iscriviti Utenti Etica Contenuti Guida Faq Stage Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Pioglitazone

Actos, Competact e altri


Indicazioni - Quali sono le indicazioni terapeutiche di Pioglitazone?

Il pioglitazone è indicato per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 (farmaco di seconda o terza linea) in monoterapia in pazienti adulti (in particolare pazienti sovrappeso) quando il trattamento con metformina è inappropriato a causa di controindicazioni o intolleranza. (leggi)

Posologia - Qual è la posologia di Pioglitazone?

Riportiamo di seguito la posologia del pioglitazone nelle diverse indicazioni terapeutiche. (leggi)

Controindicazioni - Quando non si deve usare Pioglitazone?

Il pioglitazone è controindicato in caso di ipersensibilità. (leggi)

Avvertenze - Quali informazioni conoscere prima di usare Pioglitazone?

Il pioglitazone può causare ritenzione idrica con conseguente peggioramento dell’insufficienza cardiaca nei pazienti che ne soffrono. (leggi)

Interazioni - Quali sono le interazioni farmacologiche di Pioglitazone?

Negli studi di interazione di pioglitazone con digossina, fenprocumone, metformina o warfarin non sono state segnalate interazione farmacocinetiche o farmacodinamiche. (leggi)

Effetti collaterali - Quali sono gli effetti collaterali di Pioglitazone?

Il pioglitazone in associazione a insulina può causare dispnea. (leggi)

Tossicit√† - Qual è la tossicità di Pioglitazone?

In caso di sovradosaggio il pioglitazone può causare ipoglicemia. (leggi)

Farmacologia - Come agisce Pioglitazone?

Il pioglitazone è un farmaco utilizzato per il trattamento del diabete di tipo 2, appartenente alla classe dei glitazoni (anche noti come tiazolidindioni o tiazolidinedioni), farmaci che aumentano la sensibilità all’insulina dei tessuti. (leggi)

Farmacocinetica - Qual è il profilo farmacocinetico di Pioglitazone?

Dopo somministrazione orale, l’assorbimento gastrointestinale del pioglitazone è rapido e non è influenzato dal cibo. La biodisponibilità assoluta media è pari all’83%. (leggi)

Classificazione - Qual è la formula di struttura di Pioglitazone?

La formula bruta di pioglitazone è C19H20N2O3S. (leggi)

Bibliografia - Quali fonti bibliografiche per Pioglitazone?

Le informazioni contenute nella ricerca Pharmamedix dedicata a pioglitazone sono state analizzate dalla redazione scientifica con riferimento alle fonti seguenti. (leggi)

Specialit√† - Quali sono le specialità medicinali che contengono Pioglitazone?

Pioglitazone è prescrivibile nelle specialità commerciali Actos, Competact, Incresync, Pioglitazone, Pioglitazone Metformina, Tandemact. (leggi)

 

Il pioglitazone è un farmaco antidiabetico appartenente alla classe dei glitazoni, anche noti come tiazolidindioni o tiazolidinedioni. Indicato nel trattamento del diabete di tipo 2, il pioglitazone esplica i suoi effetti ipoglicemizzanti migliorando la sensibilità dei tessuti verso l’insulina per attivazione del recettore nucleare PPARgamma (recettore gamma attivato di proliferazione dei perossisomi). Il pioglitazone influenza anche il profilo dei lipidi plasmatici riducendo la concentrazione di trigliceridi e aumentando quella di colesterolo HDL con effetti positivi cardiovascolari. L’uso prolungato dell’antidiabetico può portare ad un aumento del peso corporeo, in parte per ritenzione idrica, in parte per aumento della massa di adipe prevalentemente sottocutanea. Altri effetti avversi rari che richiedono monitoraggio attento, includono il rischio di frattura ossea e di carcinoma alla vescica. Dopo commercializzazione del farmaco sono stati riportati casi di edema maculare diabetico, ma non è noto se sussista una relazione causale con l’impiego del pioglitazone.

Nel trattamento del diabete di tipo 2, il pioglitazone può essere somministrato in monoterapia o in associazione ad altri farmaci ipoglicemizzanti , inclusa l’insulina. In commercio sono disponibili combinazioni a dose fissa con glimepiride, metformina e alogliptin.

Il pioglitazone è utilizzato nel trattamento della steatosi epatica non alcolica (NASH), sebbene non approvato per quest’indicazione (uso off label). Nei pazienti con NASH, il pioglitazone antagonizza l’accumulo di grasso nelle cellule epatiche con effetti epatoprotettivi.

Il pioglitazone è controindicato in caso di ipersensibilità, insufficienza cardiaca (peggiorata dalla ritenzione idrica causata dal farmaco), insufficienza epatica, diabete di tipo 1 o chetoacidosi diabetica, carcinoma della vescica (inclusa anamnesi positiva per questo tumore), ematuria macroscopica senza causa nota.