BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arginina

Bioarginina, Spidifen e altri

Posologia - Qual รจ la posologia di Arginina?


         

(Arginina)

Oligoastenospermie
Orale.
Adulti: almeno 4-5 g/die.

Liposomie, stati di affatticamento, astenie
Orale.
Adulti: 1,66-3,32 mg/die.

Insufficienza cardiaca congestizia
Orale.
Adulti: nei trial clinici sono state impiegate dosi pari a 6-20 g/die (Bednarz et al., 2004; Rector et al., 1996).

Angina pectoris
Orale.
Adulti: nei trial clinici sono state usate dosi pari a 3-7 g t.i.d per 3 giorni oppure 3 g t.i.d per 1 mese (Ceremuzynski et al., 1997; Adams et al., 1997; Blum et al., 2000).

Disfunzione erettile
Orale.
Adulti: nei trial clinici sono state impiegate dosi fino a 5 g/die (Chen et al., 1999).

Prevenzione degli stati di infiammazione nei bambini prematuri
Endovena.
Bambini prematuri (peso </= 1250 g; età gestazionale: </= 32 settimane): nei trial clinici sono state somministrate dosi pari a 261 mg/kg/die per i primi 28 giorni di vita (Amin et al., 2002).

(Arginina cloridrato)

Iperammoniemie ed epatoprotezione
Endovena.
Adulti: 20-60 g/die in somministrazione ev. lenta.

Test per la valutazione della riserva pituitaria di GH
Endovena:
Adulti: 30 g in infusione ev. della durata di 30 minuti. Non superare la dose di 30 g.
Bambini: 0,5 g/kg in infusione ev. della durata di 30 minuti. Nei ragazzi con peso uguale o superiore a 60 kg, la dose massima è pari a 30 g.

(Arginina aspartato)

Astenia e stati di affaticamento
Orale.
Adulti: 3 g/die.
Bambini (sopra i 30 mesi): 0,5-2 g/die:

(Arginina glutamato)

Astenia e stati di affaticamento
Orale.
Adulti, bambini (oltre i 12 anni): 3 g/die da assumere preferibilmente prima dei pasti.

L’arginina è impiegata come base per salificare il perindopril e l’ibuprofene. In questa forma l’indicazione terapeutica e la posologia sono quelle, rispettivamente, del perindopril e dell’ibuprofene.

ASSOCIAZIONI

Preparati ad azione disintossicante

Arginina più citrullina più ornitina più acido acetilaspartico più acido aceglumico più calcio ossoglutarato
Orale.
Adulti: 100-200 mg/die (citrullina) più 100-200 mg/die (ornitina) più 100-200 mg/die (acido acetilaspartico) più 100-200 mg/die (acido aceglumico) più 126-252 mg/die (calcio ossoglutarato) più 200-400 mg/die (arginina cloridrato) refratti in 2-4 somministrazioni.

Preparati ad azione tonica

Arginina treoninfosfato più fosfoserina più levoglutamide più cobabamide più acido folinico
Orale.
Adulti: 20 ml/die di soluzione (contenente 6 mg/ml di dexfosfoserina più 2 mg/ ml di treoninfosfato più 7,5 mg/ml di levoglutamide più 50 mcg/ml di cobamamide più 0,1 mg/ml di acido folinico più 15 mg/ml di arginina).
Bambini: 10 ml/die di soluzione (contenente 6 mg/ml di dexfosfoserina più 2 mg/ml di treoninfosfato più 7,5 mg/ml di levoglutamide più 50 mcg/ml di cobamamide più 0,1 mg/ml di acido folinico più 15 mg/ml di arginina cloridrato).

Arginina pidolato più cianocobalamina
Orale.
Adulti: 45 ml/die di soluzione (contenente 20 mg/ml di arginina pidolato più 3,4 mcg/ml di cianocobalamina) refratti in 3 somministrazioni.
Bambini (sopra i 6 anni): 30 ml/die di soluzione (contenente 20 mg/ml di arginina pidolato più 3,4 mcg/ml di cianocobalamina) refratti in 2 somministrazioni.
Bambini (fino ai 6 anni): 15 ml/die di soluzione (contenente 20 mg/ml di arginina pidolato più 3,4 mcg/ml di cianocobalamina) in unica somministrazione.

Preparati per nutrizione parenterale

Arginina più isoleucina più leucina più valina
Endovena.
Adulti: 500-1000 ml/die di soluzione (contenente arginina 3,20 g più isoleucina 6,03 g più leucina 15 g più valina 18,21 g in 1000 ml) in infusione endovena, preferibilmente in vena centrale. Adottare una velocità di infusione pari a 30 gocce/minuto, corrispondente ad una durata dell’infusione di circa 4 ore per un volume di soluzione di 500 ml).

Aminoacidi (inclusa arginina) più trigliceridi più glucosio monoidrato più calcio cloruro più sodio glicerofosfato più magnesio solfato più potassio cloruro più sodio acetato più zinco solfato
Endovena.
Adulti: 13-31 ml/kg/die di soluzione (contenente alanina 7,1 g più arginina 6,1 g più glicina 5,6 g più istidina 1,5 g più isoleucina 2,5 g più lisina 3,4 g più metionina 2,2 g più fenilalanina 2,6 g più prolina 5,7 g più serina 3,3 g più taurina 0,5 g più treonina 2,2 g più triptofano 1,0 g più tirosina 0,20 g più valina 3,1 g più trigliceridi strutturati purificati 38,5 g più glucosio monoidrato 127 g più calcio cloruro 0,28 g più sodio glicerofosfato 2,13 g più magnesio solfato 0,61 g più potassio cloruro 2,3 g più sodio acetato 1,7 g più zinco solfato 0,0066 g in 1000 ml di soluzione) in infusione endovena in vena centrale. Non superare la dose massima giornaliera di 30 ml/kg/die. Nei pazienti obesi, la dose deve essere calcolata in base al peso ideale stimato. La velocità di infusione della soluzione non deve superare i 2 ml/kg/ora (corrispondente a 0,25 g/kg/ora di glucosio, a 0,10 g/kg/ora di aminoacidi e 0,08 g/kg/ora di lipidi).

Aminoacidi (inclusa arginina) più glucosio monoidrato più sodio acetato più potassio fosfato bibasico più sodio cloruro più magnesio cloruro più calcio cloruro
Endovena.
Adulti, bambini: la quantità di soluzione da infondere deve essere calcolata valutando un fabbisogno di azoto pari a 1-2 g di aminoacidi/kg/die soluzione per i pazienti adulti e pari a 2-3 g di aminoacidi/kg/die nei bambini. Composizione della soluzione: alanina 11,38 g più arginina 6,32 g più glicina 5,66 g più istidina 2,64 g più isoleucina 3,30 g più leucina 4,02 g più lisina 3,19 g più metionina 2,20 g più fenilalanina 3,08 g più prolina 3,74 g più serina 2,75 g più treonina 2,2 g più triptofano 0,99 g più tirosina 0,22 g più valina 3,19 g più glucosio monoidrato 165 g più calcio cloruro 0,66 g più sodio acetato 4,31 g più magnesio cloruro 1,02 g più potassio fosfato bibasico 5,22 g in 1000 ml di soluzione) in infusione endovena in vena centrale. Non superare la dose massima giornaliera di 40 ml/kg/die. Nei pazienti obesi, la dose deve essere calcolata in base al peso ideale stimato. La velocità di infusione della soluzione non deve superare i 3 ml/kg/ora.

Aminoacidi (inclusa arginina)
Endovena.
Adulti:10-20 ml/kg/die di soluzione (contenente isoleucina 0,550 g più leucina 1,180 g più lisina acetato (pari a base g 1,530) 2,158 g più metionina 0,280 g più fenilalanina 0,300 g più treonina 0,580 g più triptofano 0,170 g più valina 0,97 g più alanina 0,620 g più arginina 0,470 g più glicina g 0,340 più istidina 0,210 g più prolina 1,990 g più serina 0,740 g più tirosina 0,070 g) ad una velocità di infusione di 35,45 gocce/minuto, corrispondente a circa 9,8 ore per un litro di soluzione. Associare alla soluzione aminoacidica un adeguato introito calorico in assenza del quale gli aminoacidi forniti per via parenterale non sono utilizzati anabolicamente. Il rapporto calorie/azoto non deve essere inferiore a 100-150 calorie non proteiche per grammo di azoto. L’infusione della soluzione aminoacidica richede un corretto equilibrio elettrolitico, se necessario somministrare una adeguata soluzione di elettroliti intra ed extracellulari. Per l’infusione della soluzione aminoacidica utilizzare preferibilmente una vena centrale.
Bambini (fino a 10 kg): 20-30 ml/kg/die di soluzione (contenente contenente isoleucina 0,550 g più leucina 1,180 g più lisina acetato (pari a base g 1,530) 2,158 g più metionina 0,280 g più fenilalanina 0,300 g più treonina 0,580 g più triptofano 0,170 g più valina 0,97 g più alanina 0,620 g più arginina 0,470 g più glicina g 0,340 più istidina 0,210 g più prolina 1,990 g più serina 0,740 g più tirosina 0,070 g) ad una velocità di infusione di 35,45 gocce/minuto, corrispondente a circa 9,8 ore per un litro di soluzione. Associare alla soluzione aminoacidica un adeguato introito calorico in assenza del quale gli aminoacidi forniti per via parenterale non sono utilizzati anabolicamente. Il rapporto calorie/azoto non deve essere inferiore a 100-150 calorie non proteiche per grammo di azoto. L’infusione della soluzione aminoacidica richiede un corretto equilibrio elettrolitico, se necessario somministrare una adeguata soluzione di elettroliti intra ed extracellulari. Per l’infusione della soluzione aminoacidica utilizzare preferibilmente una vena centrale.