BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Fluticasone

Avamys, Aliflus, Seretide e altri

Indicazioni - Quali sono le indicazioni terapeutiche di Fluticasone?


         

Riportiamo di seguito le indicazioni terapeutiche di fluticasone:

1) Il fluticasone è indicato nella profilassi e trattamento delle riniti allergiche stagionali (compresa la febbre da fieno), rinite cronica e rinite vasomotoria in adulti e bambini (età > 4 anni);

2) Il fluticasone è indicato in monoterapia nel trattamento dell’asma in adulti e bambini (età > 4 anni) e in associazione a beta2-agonisti a lunga durata d’azione negli adulti e nei ragazzi (età > 12 anni in caso di associazione con formoterolo e vilanterolo; età > 4 anni con salmeterolo);

3) Il fluticasone è indicato, in associazione con broncodilatatori, nel trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (bpco) nei pazienti adulti con valori di FEV1 (volume espiratorio forzato in un secondo) inferiori al 70% rispetto al valore di riferimento nonostante una terapia regolare con i soli broncodilatatori (la terapia di combinazione con broncodilatatori, fluticasone-salmeterolo e fluticasone-vilanterolo, è associata ad un’efficacia migliore rispetto al trattamento con i singoli farmaci in termini di funzionalità polmonare e riduzione del numero e dell’intensità delle riacutizzazioni) (Sistema Nazionale Linee Guida – SNLG, 2015);

4) Il fluticasone è indicato nel trattamento delle dermatosi sensibili ai corticosteroidi negli adulti e nei bambini (età > 1 anno). Nei bambini più piccoli il fluticasone è indicato per il trattamento della dermatite atopica.

Nel maggio 2015 la Commissione Europea ha richiesto una rivalutazione dei corticosteroidi per via inalatoria per definire il rischio di polmonite quando questi farmaci sono somministrati per il trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (bpco). Il rischio di polmonite è stato identificato in uno studio clinico pubblicato nel 2007 che aveva evidenziato un rischio più elevato di polmonite nei pazienti trattati con fluticasone (vs placebo) (Calverley et al., 2007). La revisione è stata condotta dalla Comitato di Valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) e ha riguardato i principi attivi beclometasone, budesonide, fluticasone propionato e fluticasone furoato (European Medicines Agency - EMA, 2015).
La rivalutazione si è conclusa nel mese di aprile 2016, confermando il rischio di polmonite associato all’utilizzo dei farmaci revisionati e senza riscontrare differenze tra essi nel rischio (European Medicines Agency - EMA, 2016).