BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Isotretinoina

Aisoskin e altri

Interazioni - Quali sono le interazioni farmacologiche di Isotretinoina?


         

Carbamazepina: l’isotretinoina ne può ridurre la concentrazione plasmatica. I livelli plasmatici di carbamazepina devono essere controllati durante il trattamento concomitante con isotretinoina, in quanto è stato segnalato che questo farmaco altera in maniera imprevedibile la biodisponibilità di carbamazepina e del suo metabolita attivo.

Carnitina: la terapia orale con isotretinoina può indurre debolezza muscolare e mialgia, aumento delle transaminasi epatiche, dei lipidi, riduzione della concentrazione plasmatica di carnitina e aumento della sua escrezione renale. La supplementazione di carnitina (100 mg/kg/die) in pazienti in terapia con isotretinoina per il trattamento di acne cistica è risultata efficace nel mantenere entro livelli di normalità gli enzimi epatici, i lipidi, la concentrazione di carnitina plasmatica e nell’antagonizzare i sintomi muscolari (mialgia, debolezza) quando presenti (Georgala et al., 1999).

Cibo: migliora l’assorbimento gastrointestinale della isotretinoina. La somministrazione di isotretinoina in concomitanza con i pasti principali provoca un aumento dell’esposizione sistemica (AUC) di circa 1,5/2 volte (Colburn et al., 1983).

Doxiciclina: poichè sia l’isotretinoina sia la doxiciclina possono indurre ipertensione intracranica (pseudotumor cerebrale) (Friedman; 2005) deve essere evitata la somministrazione contemporanea dei due farmaci.

Erba di San Giovanni (Hypericum Perforatum): dati di letteratura non hanno mostrato interazione diretta con isotretinoina, ma con i contraccettivi orali. Quest’ultimi devono essere assunti obbligatoriamente dalle pazienti in età fertile che intendono iniziare la terapia con isotretinoina, dato l’elevato rischio teratogeno che comporta l’assunzione del farmaco.
L’iperico (erba di san Giovanni) può ridurre l’efficacia dei contraccettivi orali inducendo gli enzimi responsabili del loro metabolismo, anche nelle 2 settimane successive alla sua assunzione, pertanto, andrebbe evitata la somministrazione concomitante; si sono verificate gravidanze indesiderate a seguito di tale interazione (Schwarz et al., 2003).

Tetracicline: l’uso concomitante di isotretinoina e tetracicline non è raccomandato. Le tetracicline in associazione con isotretinoina possono aumentare il rischio di sviluppare ipertensione intracranica benigna.

Vitamina A: l’associazione farmacologica tra isotretinoina e vitamina A può incrementare il rischio di sviluppare ipervitaminosi A.