BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lidocaina

Vagisil, Emla, Luan e altri

Posologia - Qual รจ la posologia di Lidocaina?


         

Riportiamo di seguito la posologia della lidocaina nelle diverse indicazioni terapeutiche.

La dose di lidocaina da utilizzare per indurre anestesia dipende da diversi fattori quali tipo di anestesia, durata e intensità dell’anestesia, grado di rilassamento muscolare richiesto, condizioni fisiche del paziente, età. In genere pazienti pediatrici, pazienti anziani, pazienti debilitati, pazienti con malattie cardiovascolari od epatiche richiedono dosaggi inferiori di anestetico.

L’inizio dell’anestesia, la sua durata e intensità dipendono dalla dose totale di lidocaina somministrata: tanto maggiore è la dose tanto minore sarà l’intervallo di tempo che intercorre fra somministrazione e inizio dell’anestesia, tanto più profonda sarà l’anestesia e il rilassamento muscolare indotto.

La lidocaina è utilizzata in caso di anestesia di superficie (somministrazione topica), anestesia di infiltrazione (somministrazione sottocutanea), e anestesia loco-regionale attraverso il blocco periferico del nervo oppure attraverso il blocco della radice del nervo a livello del midollo spinale. In quest’ultimo caso l’anestesia prende il nome di anestesia epidurale, quando l’anestetico locale è iniettato nella zona peridurale in genere a livello lombare, di anestesia caudale, quando l’anestetico locale è iniettato nello spazio compreso fra osso sacro e coccige (iato sacrale), di anestesia spinale o subaracnoidea quando l’anestetico locale è iniettato nel liquido cefalorachidiano.

In caso di blocco caudale e lombare, somministrare una piccola quantità test di lidocaina (2-3 ml lidocaina 1,5%) cinque minuti prima di iniettare l’intera dose per verificare la risposta del paziente. Ripetere la dose test se il movimento del paziente dovesse spostare il catetere. L’aggiunta di adrenalina (epinefrina) alla lidocaina nella dose test permette di escludere la somministrazione intravascolare accidentale. Nel caso infatti si registrerebbe immediatamente un aumento repentino della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa sistolica, palpitazioni e nervosismo nel paziente non sedato (entro 1 minuto). Se il paziente è invece sedato si può osservare un aumento dei battiti cardiaci (>/= 20 battiti/minuto) in assenza di variazioni pressorie; mentre in caso di terapia concomitante con beta-bloccanti, la frequenza cardiaca rimane stabile mentre la pressione sistolica potrebbe aumentare lievemente. In caso di anestesia epidurale, l’alcalinizzazione della soluzione contenente lidocaina accelera l’inizio dell’anestesia e tende a migliorare la qualità del blocco.

Nei pazienti adulti la dose massima raccomandata di lidocaina parenterale (eccetto anestesia spinale) è di 4,5 mg/kg di peso corporeo, per una dose totale massima non superiore a 300 mg. Se in associazione ad adrenalina, la dose massima raccomandata di lidocaina parenterale e di 7 mg/kg, per una dose totale massima non superiore a 500 mg. Una volta somministrata la dose massima, lasciare trascorrere almeno almeno 2 ore prima di ripetere la somministrazione. In caso di anestesia epidurale o caudale, la dose massima raccomandata di lidocaina dovrebbe essere somministrata in un intervallo di tempo non inferiore a 90 minuti. In caso di blocco paracervicale sia in ostetricia sia in chirurgia, la dose massima raccomandata di lidocaina è di 200 mg, da somministrare in 90 minuti. In caso di anestesia regionale intravenosa, la dose massima raccomandata è di 4 mg/kg.

Nei bambini, la dose di lidocaina deve essere calibrata in base all’età e al peso corporeo. In caso di anestesia di infiltrazione (infiltrazione sottocutanea) la dose massima di lidocaina è pari a 5 mg/kg.

La dose massima di lidocaina somministrata per via topica è di 3 mg/kg/dose negli adulti e nei bambini e tra una dose e quella successiva devono trascorrere almeno 2 ore. La dose massima di lidocaina somministrata come cerotto (patch di lidocaina al 5%) è di 3 cerotti per un tempo massimo di 12 ore nelle 24 ore. L’applicazione di lidocaina topica al 4% non dovrebbe superare un’estensione di 100 cm2 nei bambini di peso inferiore a 10 kg e non dovrebbe superare i 600 cm2 in bambini di peso compreso fra 10 e 20 kg.

Anestesia di superficie
Topica.
Adulti, bambini: una applicazione di pomata o gel contenente lidocaina al’1% oppure al 2,5% oppure al 5% sulla cute integra oppure sulla mucosa. L’azione anestetica inizia dopo 30-60 minuti e permane per circa 2-4 ore. Questo tipo di anestesia è utilizzata in caso di cateterismi, piccoli interventi, parestesia cutanea, manovre endoscopiche.
Oppure 1-2 spruzzi di soluzione (contenente 10 g/100 ml di lidocaina cloridrato) per quadrante di mucosa orale. Ogni spruzzo contiene 10 mg di lidocaina; non superare il limite di 2 spruzzi per quadrante di mucosa orale e il limite di 3 spruzzi, sempre per quadrante, nell’intervallo di 90 minuti. Non inalare la soluzione.
Oppure 1-2 gocce di soluzione (contenente lidocaina 4%) da instillare nell’occhio.

Anestesia di infiltrazione
Sottocutanea.
Adulti: 1-60 ml di soluzione contenente lidocaina 0,5% oppure 0,5-30 ml di soluzione contenente lidocaina all’1% (dose totale 5-300 mg).
Bambini: fino a 4,5 mg/kg di lidocaina come soluzione allo 0,25-0,5%.

Anestesia regionale
Parenterale.
Adulti: 10-60 ml di soluzione contenente lidocaina allo 0,5% (50-300 mg).
Bambini: fino a 3 mg/kg come soluzione allo 0,25-0,5%.

Blocco nervoso periferico brachiale
Parenterale.
Adulti: 15-20 ml di soluzione contenente lidocaina all’1,5% (dose totale di 225-300 mg).

Blocco nervoso periferico dentale
Parenterale.
Adulti: 1-5 ml di soluzione contenente lidocaina al 2% (dose totale di 20-100 ml).

Blocco nervoso periferico intercostale
Parenterale.
Adulti: 3 ml di soluzione di lidocaina all’1% (dose totale di 30 mg).

Blocco nervoso periferico paravertebrale
Parenterale.
Adulti: 3-5 ml di soluzione contenente lidocaina all’1 % (dose totale di 30-50 mg).

Blocco nervoso periferico pudendale
Parenterale.
Adulti: 10 ml di soluzione contenente lidocaina all’1 % (dose totale di 100 mg).

Blocco nervoso periferico retrobulbare
Parenterale.
Adulti:3-5 ml di soluzione contenente lidocaina al 4% (dose totale di 120-200 mg).

Blocco nervoso paracervicale (analgesia ostetrica)
Parenterale.
Adulti: 10 ml di soluzione contenente lidocaina all’1% (dose totale di 100 mg).

Blocco nervoso simpatico cervicale
Parenterale.
Adulti: 5 ml di soluzione contenente lidocaina all’1 % (dose totale di 50 mg).

Blocco nervoso simpatico lombare
Parenterale.
Adulti: 5-10 ml di soluzione contenente lidocaina all’1 % (dose totale di 50-100 mg).

Anestesia epidurale toracica
Parenterale.
Adulti: 20-30 ml di soluzione contenente lidocaina all’1% (dose totale di 200-300 mg).

Analgesia epidurale lombare
Parenterale.
Adulti: oppure 25-30 ml di soluzione contenente lidocaina all’1% (dose totale di 250-300 mg).

Anestesia epidurale lombare
Parenterale.
Adulti: 10-15 ml di soluzione contenente lidocaina all’2% (dose totale di 200-300 mg).

Anestesia caudale ostetrica
Parenterale.
Adulti: 20-30 ml di soluzione contenente lidocaina all’1% (dose totale di 200-300 mg).

Anestesia caudale chirurgica
Parenterale.
Adulti: 15-20 ml di soluzione contenente lidocaina all’1,5% (dose totale di 225-300 mg).

Anestesia spinale
Parenterale.
Adulti: 1-1,5 ml di soluzione contenente lidocaina al 5% (50-75 mg) oppure 0,5-1 ml di soluzione al 1,5% (9-15 mg) in soluzione glucosata iperbarica al 7,5%. La lidocaina non è farmaco di scelta in caso di anestesia spinale perchè associata a neurotossicità (sindrome neurologica transitoria) e perchè non garantisce una durata dell’anestesia sufficientemente lunga.

Tachicardia ventricolare
Endovena.
Adulti: bolo iniziale di lidocaina di 1-2 mg/kg ad una velocità di 25-50 mg/min, seguito da una seconda dose, pari a metà della dose di carico, da somministrare 20-40 minuti dopo. Nel caso il primo bolo non sia risultato efficace è possibile somministrare fino a 2 boli endovena di 1 mg/kg l’uno ad intervalli di 5 minuti. I pazienti che rispondono al primo bolo endovena di lidocaina sono trattati con lidocaina in infusione (mantenimento) alla dose di 30 mg/kg/min; quelli che hanno richiesto più di un bolo iniziale sono trattati con un’infusione di lidocaina di 40-50 mg/kg/min. Se durante l’infusione di mantenimento si verifica una caduta della concentrazione ematica di lidocaina sotto al livello terapeutico 30-120 minuti dopo l’inizio della terapia, è possibile ripristinare una concentrazione di antiaritmico efficace somministrando 0,5 mg/kg in bolo senza modificare la velocità di infusione. Come alternativa al bolo endovena iniziale, la dose di carico può essere somministrata con infusione endovena pari a 1-4 mg/min (questa velocità deve essere ridotta nei pazienti con scompenso o shock cardiogeno perchè in queste condizioni il flusso epatico diminuisce è si potrebbe rischiare un aumento dei livelli di lidocaina) (Zipes et al., 2007).
Bambini: 1 mg/kg in bolo endovena ogni 5-10 minuti ripetuta se necessario fino ad un massimo di 5 mg/kg. Quindi somministrare in infusione endovenosa 10-50 mcg/kg/min di lidocaina.
Intramuscolare.
Adulti: dose di 4-5 mg/kg (250-350 mg). La dose permette di raggiungere concentrazioni plasmatiche di lidocaina efficaci in circa 15 minuti per una durata di circa 90 minuti. Nel trattamento della tachicardia ventricolare la somministrazione intramuscolare di lidocaina è meno frequente rispetto a quella endovena.

Nevralgia posterpetica
Topica
Adulti: fino a tre cerotti contenenti lidocaina 5% da applicare sulla cute integra. Dopo aver maneggiato il cerotto, lavarsi accuratamente le mani; evitare il contatto con gli occhi. Questa metodica è raccomandata dalle linee guida internazionali, perchè a parità di efficacia della lidocaina con altri farmaci impiegati nel trattamento della nevralgia, la somministrazione topica riduce considerevolmente l’assorbimento sistemico dell’anestetico garantendo una buona tollerabilità.


ASSOCIAZIONI


Preparati anestetici locali

Lidocaina più adrenalina
Parenterale.
Adulti: 1-2 ml di soluzione (contenente lidocaina 20 mg/ml più adrenalina 10 mcg/ml oppure adrenalina 12,5 mcg/ml oppure adrenalina 20 mcg/ml) per infiltrazione o per blocco nervoso periferico. Iniettare la soluzione in piccole dosi, alla velocità di 1 ml/minuto. In un intervallo di tempo di 2 ore, la quantità massima che può essere somministrata è pari a 300 mg per la lidocaina e a 0,2 mg per l’adrenalina.
Bambini: il dosaggio deve essere individualizzato in base al peso corporeo e all’età del paziente pediatrico.

Lidocaina più prilocaina
Topica.
Adulti: 1 applicazione di crema (contenente lidocaina 25 mg/g più prilocaina 25 mg/g) pari a circa 1,5-2 g/10 cm2 di cute, un’ora, un’ora e mezzo prima dell’intervento. La durata dell’anestesia non supera le 4 ore. La parte trattata con lidocaina e prilocaina deve essere coperta con bendaggio occlusivo. La quantità di crema da applicare dipende dall’area di cute o mucosa che deve essere anestetizzata e dal tipo di procedura che su tale area deve essere effettuata. La crema anestetica deve essere stesa su cute integra.
Oppure 5-10 g di crema sulla mucosa genitale per 5-10 minuti. Non è necessario applicare un bendaggio occlusivo. Procedere subito dopo con l’intervento.
Bambini (età: 1-3 mesi): 1 applicazione di crema (contenente lidocaina 25 mg/g più prilocaina 25 mg/g) pari ad una quantità massima di 1 g/10 cm2 di cute per un tempo di applicazione di circa 1 ora. La crema contenente lidocaina e prilocaina non è raccomandata per bambini di età inferiore a 12 mesi, in terapia con farmaci che provocano metaemoglobinemia.
Bambini (età: 3-11 mesi): 1 applicazione di crema (contenente lidocaina 25 mg/g più prilocaina 25 mg/g) pari ad un quantità massima di 2 g/10 cm2 di cute per un tempo di applicazione di 1 ora. La crema contenente lidocaina e prilocaina non è raccomandata per bambini di età inferiore a 12 mesi, in terapia con farmaci che provocano metaemoglobinemia.
Bambini (età: 1-5 anni): 1 applicazione di crema (contenente lidocaina 25 mg/g più prilocaina 25 mg/g) pari ad un quantità massima di 10 g/100 cm2 di cute per un tempo di applicazione di 1 ora.
Bambini (età: 6-11 anni): 1 applicazione di crema (contenente lidocaina 25 mg/g più prilocaina 25 mg/g) pari ad un quantità massima di 20 g/200 cm2 di cute per un tempo di applicazione di 1 ora.

Lidocaina più neomicina più fluocinolone acetonide
Topica.
Adulti: 10 g di gel (contenente lidocaina cloridrato 2,5 g/100 g più neomicina solfato 0,5 g/100 g più fluocinolone acetonide 0,025 g/100 g) da inserire all’interno dell’uretra per permettere le manovre endouretrali.

Lidocaina più anidride arseniosa più efedrina
Topica.
Adulti: fino a 10 g di pasta (contenente lidocaina 30 g/100 g più anidride arseniosa 30 g/100 g più efedrina cloridrato 1 g/100 g) da applicare nella cavità dentale preparata per la devitalizzazione. Ricoprire poi il dente con del cemento provvisorio senza esercitare un’eccessiva pressione sulla pasta per evitare la fuoriuscita della pasta contenente arsenico (necrotizzante) dalla cavità dentale.

Lidocaina più paraformaldeide
Topica.
Adulti: fino a 10 g di pasta (contenente lidocaina 37 g/100 g più paraformaldeide 46 g/100 g) da applicare nella cavità dentale preparata per la devitalizzazione.

Lidocaina più procaina più 8-ossichinolina
Topica.
Adulti: 1-2 applicazioni/die di crema (contenente lidocaina cloridrato 500 mg/100 g più procaina cloridrato 500 mg/100 g più 8-ossichinolina solfato 270 mg/100 g) sulla parte di cute lesa. Se necessario coprire la cute trattata con una medicazione di protezione.

Lidocaina più cetrimonio bromuro
Topica.
Adulti, bambini (età >/= 4 anni): 4-5 spruzzi di soluzione (contenente lidocaina 15 g/100 g più cetrimonio bromuro 0,15 g/100 g) in 45 punti vicini della mucosa o cute da trattare. Ogni spruzzo copre circa 1 cm2 di mucosa o cute ed eroga 15 mg di lidocaina.

Lidocaina più levarterenolo
Parenterale.
Adulti:27-54 mg (lidocaina) più 0,108-0,216 mg (levarterenolo) da iniettare nel punto desiderato per indurre l’anestesia.

Preparati antibiotici

Lidocaina più polimixina B più neomicina
Topica.
Adulti: 4-5 gocce di soluzione contenente (lidocaina cloridrato 4 g/100 ml più polimixina B solfato 1.000.000 UI/100 ml più neomicina solfato 0,5 g/100 ml) 2-4 volte/die nel dotto auricolare. La durata del trattamento dipende dalla risposta terapeutica del paziente; la somministrazione prolungata potrebbe indurre sensibilizzazione (eczema associato a prurito) e comparsa di ototossicità per la presenza di neomicina.
Bambini: 2-3 gocce di soluzione (lidocaina cloridrato 4 g/100 ml più polimixina B solfato 1.000.000 UI/100 ml più neomicina solfato 0,5 g/100 ml) 3-4 volte/die nel dotto auricolare. La durata del trattamento dipende dalla risposta terapeutica del paziente; la somministrazione prolungata potrebbe indurre sensibilizzazione e comparsa di ototossicità per la presenza di neomicina.

Lidocaina più idrocortisone più polimixina B più neomicina
Topica.
Adulti: 3-4 gocce/die di soluzione (contenente in 10 ml lidocaina cloridrato 185 mg più idrocortisone succinato sodico 125,70 mg più polimixina B solfato 11,9 mg più neomicina solfato 50 mg) nel canale auricolare pulito.

Preparati oftalmici

Lidocaina più zinco fenolsolfonato più sulfacetamide più nafazolina
Topica.
Adulti, bambini (età >/= 6 anni): 1 goccia di soluzione (contenente lidocaina cloridrato 750 mg/100 ml più zinco fenolsolfonato 500 mg/100 ml più sulfacetamide sodica 3 g/100 ml più nafazolina cloridrato 5 mg/100 ml) da instillare 2 o più volte/die nel fornice congiuntivale inferiore. Dopo la somministrazione del farmaco mantenere chiuso l’occhio per qualche secondo. Non superare la dose e la durata del trattamento raccomandati (in genere 1 settimana).

Preparati antiemorroidali

Lidocaina più nifedipina
Topica.
Adulti: 2 applicazioni/die di crema (contenente lidocaina cloridrato 1,5 g/100 g più nifedipina 0,3g/100 g). Durata minima della terapia: 3 settimane. La prolungata somministrazione può indurre fenomeni di sensibilizzazione con comparsa di iperemia (accumulo localizzato di sangue nei vasi) e sanguinamento. La somministrazione topica dell’associazione richiede cautela in caso di pazienti diabetici, con insufficienza epatica o renale e in pazienti in terapia con farmaci antipertensivi o beta-bloccanti.

Lidocaina più fluocortolone
Topica.
Adulti: 2-3 applicazioni/die di crema (contenente lidocaina cloridrato 20 mg/g più fluocortolone-21-pivalato 1 mg/g), preferibilmente dopo l’evacuazione delle feci. Con il miglioramento della sintomatologia è possibile ridurre il numero di applicazioni giornaliere ad una. Non superare le due settimane di terapia.

Lidocaina più calcio dobesilato più desametasone
Topica.
Adulti: 2 applicazioni/die di crema (contenente lidocaina cloridrato 2 g/100 g più calcio dobesilato 4 g/100 g più desametasone acetato 0,025 g/100 g), una alla sera e una alla mattina, preferibilmente dopo l’evacuazione delle feci. Non superare i 10 giorni di terapia.

Lidocaina più cortisone
Topica.
Adulti: 2 o più applicazioni/die di crema (contenente lidocaina 1,5 g/100 g più idrocortisone acetato 1 g/100 g).
Rettale.
Adulti: 50-100 mg (lidocaina cloridrato) più 5-10 mg (idrocortisone acetato). Nella fase iniziale del trattamento effettuare due somministrazioni giornaliere, una al mattino e una alla sera; successivamente è possibile ricorrere ad una sola somministrazione serale.

Preparati attivi sul metabolismo osseo

Lidocaina più acido clodronico sale di sodio
Intramuscolare.
Adulti: 100 mg/die (acido clodronico sale di sodio) più 3,3 ml/die di soluzione (contenente lidocaina 1%) in somministrazione singola per 2-3 settimane in pazienti affetta da osteolisi tumorale, mieloma multiplo, iperparatiroidismo primario. Effettuare la somministrazione a digiuno.
Oppure 100 mg (acido clodronico sale di sodio) più 3,3 ml di soluzione (contenente lidocaina 1%) in somministrazione singola ogni 7-14 giorni per 12 mesi per la prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi postmenopausale. Se necessario la terapia può essere prolungata per più di 12 mesi.

Preparati dermatologici antinfiammatori e antiallergici

Lidocaina più fluocinolone acetonide
Topica.
Adulti, bambini: 2-3 applicazioni/die di crema (contenente 5 g/100 g di lidocaina cloridrato più 0,025/100 g di fluocinolone acetonide). Nei bambini con meno di 4 anni e nei lattanti il trattamento non deve superare le tre settimane, in particolare quando la zona da trattare è coperta dal pannolino.

Lidocaina più desametasone
Topica.
Adulti: 2-3 applicazioni/die di crema (contenente lidocaina cloridrato 3 g/ 100 g più desametasone isonicotinato 0,05 g/100 g).

Preparati stomatologici

Lidocaina più creosoto più fenolo più eugenolo
Topica.
Adulti: applicare sul dente una piccola porzione di cotone imbevuto con la soluzione (contenente lidocaina cloridrato 4,10 g/100 ml più creosoto di faggio 28,65 g/100 ml più fenolo cristalli 20,50 g/100 ml più eugenolo 16,25 g/100 ml) dopo aver effettuatola pulizia del dente.

Lidocaina più eugenolo più guaiacolo più clorobutanolo più timolo
Topica.
Adulti: 2-3 gocce di soluzione (contenente lidocaina cloridrato 5 g/100 ml più eugenolo 5 g/100 ml più guaiacolo 2 g/100 ml più clorobutanolo 0,80 g/100 ml più timolo 0,80 g/100 ml) direttamente nell’alveolo del dente oppure bagnare del cotone e applicarlo sull’alveolo.

Preparati corticosteroidei

Lidocaina più metilprednisolone
Infiltrazione.
Adulti: dose di 4-80 mg (metilprednisolone acetato) più 1-20 mg (lidocaina cloridrato) a seconda dell’estensione e gravità del danno da trattare. La dose di lidocaina deve essere in genere un quarto di quella del corticosteroide. In caso di artrite reumatoide o osteoartrite le infiltrazione con metilprednisolone e lidocaina andrebbero ripetute ogni 1-5 settimane. Iniettare la soluzione nello spazio sinoviale accertandosi che non vi sia un processo infiammatorio in atto. In caso di borsite iniettare la soluzione nella cavità borsale. In caso di tendinite o epicondilite, iniettare la soluzione nella guaina del tendine; direttamente a livello della ciste in caso di ciste tendinea.

Preparati ematologici

Lidocaina più ialuronidasi
Parenterale.
Adulti: 20 mg (lidocaina cloridrato) più 25 UI (ialuronidasi) da iniettare prima dell’anestesia locale o subito dopo se l’anestesia locale non è risultata efficace per favorire la permeabilizzazione del tessuto connettivo.
Oppure 20 mg (lidocaina cloridrato) più 175 UI (ialuronidasi) da iniettare nella porzione centrale dell’ematoma o edema post-operatorio. L’associazione farmacologica è utilizzata per ridurre la formazione e/o l’estensione degli ematomi ed edemi successivi ad un intervento chirurgico.