BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Lisinopril

Zestril, Zestoretic e altri

Posologia - Qual รจ la posologia di Lisinopril?


         

Riportiamo di seguito la posologia di lisinopril nelle varia indicazioni terapeutiche.

Il lisinopril può essere somministrato a stomaco pieno oppure a digiuno in quanto il suo assorbimento gastrointestinale non è influenzato dal cibo. Si raccomanda di assumere lisinopril possibilmente sempre alla stessa ora.

Ipertensione arteriosa
Orale.
Adulti: dose iniziale di lisinopril di 10 mg/die in un’unica somministrazione giornaliera. Dose di mantenimento di lisinopril: 20 mg/die (aggiustabile a secondo della risposta terapeutica); dose massima giornaliera: 80 mg/die. Tra una variazione e l’altra del dosaggio lasciare intercorrere almeno 3 settimane di tempo per verificare la risposta antipertensiva da parte del paziente.
Se la risposta pressoria al trattamento antipertensivo con lisinopril non è adeguata, è possibile associare un altro farmaco antipertensivo, come ad esempio un diuretico a basso dosaggio (idroclorotiazide, 12,5 mg/die).
Se il paziente è già in terapia diuretica prima di iniziare il trattamento con lisinopril, si raccomanda di sospendere il diuretico 2-3 giorni prima l’inizio dell’ACE-inibitore per ridurre il rischio di ipotensione sintomatica.
Se non è possibile sospendere il diuretico oppure il paziente presenta ipovolemia, deplezione sodica, ipertensione renovascolare la dose iniziale di lisinopril deve essere diminuita a 2,5-5 mg/die.
Pazienti anziani: non sono state riportate differenze significative nel profilo farmacocinetico in pazienti con più di 65 anni rispetto a pazienti più giovani. Nei pazienti anziani è più facile riscontrare un decadimento fisiologico della funzionalità renale, che potrebbe richiedere un aggiustamento del dosaggio di lisinopril.
Pazienti con insufficienza renale: ridurre la dose iniziale di lisinopril in base ai valori della CLcr. Non superare la dose massima giornaliera di 40 mg/die.
Adulti (CLcr 30-70 ml/min): 5-10 mg/die.
Adulti (CLcr 10-30 ml/min): 2,5-5 mg/die.
Adulti (CLcr minore di 10 ml/min): 2,5 mg/die. Nei pazienti con grave insufficienza renale la dose e/o la frequenza di somministrazione devono essere aggiustate a seconda della risposta terapeutica del paziente.
Bambini (6-16 anni, peso < 50 kg): dose iniziale di lisinopril di 2,5 mg/die, incrementabile fino ad un massimo di 20 mg/die a seconda della risposta del paziente.
Bambini (6-16 anni, peso >/= 50 kg): dose iniziale di 5 mg/die. A seconda della risposta del paziente la dose può essere aumentata fino ad un valore massimo di 40 mg/die. La somministrazione di dosi di lisinopril superiori a 40 mg/die non è stata valutata nei pazienti pediatrici. Come per gli adulti, bambini con insufficienza renale richiedono dosi di lisinopril inferiori a quelle raccomandate. Nei bambini con insufficienza renale grave (CLcr < 30 ml/min), non somministrare lisinopril.

Insufficienza cardiaca
Orale.
Adulti: dose iniziale di lisinopril di 2,5 mg/die. Aumentare il dosaggio progressivamente (incrementi non superiori a 10 mg) a seconda della risposta terapeutica del paziente, ad intervalli di almeno 14 giorni. Monitorare la pressione arteriosa e la funzionalità renale (elettroliti e creatininemia) dopo 2 settimane dall’inizio del trattamento e ogni volta che si interviene modificando il dosaggio; il lisinopril è stato associato a ipotensione grave con conseguente insufficienza renale acuta in questa classe di pazienti. Dose di mantenimento: 5-20 mg/die di lisinopril. Dose massima autorizzata di lisinopril pari a 35 mg/die.
Nei pazienti con insufficienza cardiaca sintomatica, il lisinopril deve essere associato a trattamento diuretico e digitale oppure beta-bloccanti.
Il lisinopril può essere associato a trattamento transdermico o endovena con nitroglicerina.

Infarto miocardico in pazienti emodinamicamente stabili
Orale.
Adulti: 5 mg di lisinopril entro 24 ore dall’infarto miocardico; dopo 24 ore dalla prima dose, somministrare una seconda dose di 5 mg, dopo altre 24 ore, somministrare una terza dose di 10 mg di lisinopril, quindi proseguire con 10 mg/die per le dosi successive. La terapia con lisinopril dovrebbe proseguire per circa 5-6 settimane.
Pazienti con pressione sistolica arteriosa </= 120 mmHg all’inizio del trattamento con lisinopril oppure per i primi tre giorni di terapia: iniziare con una dose di lisinopril pari a 2,5 mg.
Pazienti con pressione sistolica arteriosa </= 100 mmHg (ipotensione): dose di mantenimento di lisinopril di 5 mg/die, che se necessario può essere ulteriormente dimezzata (2,5 mg/die).
Pazienti con pressione arteriosa sistolica < 90 mmHg per più di 1 ora (ipotensione prolungata): interrompere la somministrazione di lisinopril.
Pazienti con insufficienza renale (CLcr < 80 ml/min): il dosaggio di lisinopril deve essere aggiustato a seconda del grado di insufficienza renale.

Nefropatia e retinopatia diabetica
Orale.
Adulti: nei pazienti ipertesi con diabete di tipo 2 e microalbuminuria la dose di lisinopril raccomandata è di 10 mg/die. Se con questa dose non si riesce a raggiungere il target pressorio definito (pressione diastolica, misurata da seduti, non superiore a 90 mmHg) è possibile aumentare la dose di lisinopril fino a 20 mg/die. In caso di insufficienza renale, la dose di lisinopril deve essere aggiustata sui valori della clearance della creatinina.
Nei pazienti normotesi con diabete di tipo 1 somministrare 10 mg/die di lisinopril, incrementabili fino a 20 mg/die per ottenere un valor target di pressione diastolica da seduti inferiore a 75 mmHg.

ASSOCIAZIONI

Preparati antipertensivi

In associazione con idroclorotiazide
Orale.
Adulti: 20 mg/die (lisinopril) più 12,5 mg/die (idroclorotiazide) in un’unica somministrazione; se necessario raddoppiare la somministrazione. I diuretici tiazidici come l’idroclorotiazide non sono indicati in caso di ridotta funzionalità renale in particolare in caso di valori della clearance della creatinina inferiori a 30 ml/min (mancanza di efficacia). La somministrazione di lisinopril in associazione a diuretico aumenta il rischio di ipotensione, in particolare nei pazienti ipovolemici e/o con deplezione sodica.