BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Potassio

Polase, Gaviscon Advance, Luvion e altri

Posologia - Qual รจ la posologia di Potassio?


         

(Potassio acetato, aspartato, citrato, cloruro, fosfato, lattato)

Ipopotassemia
Endovena.
Adulti: la dose del sale di potassio deve essere calcolata considerando età e peso del paziente, considerando che il fabbisogno giornaliero normale di potassio è di circa 40-80 mEq per l’adulto e di 2-3 mEq/kg per il bambino e che la dose totale per l’adulto non deve eccedere i 200 mEq/die. In condizioni di urgenza (potassemia </= 2 mEq/L associata ad alterazioni elettrocardiografiche e paralisi muscolare), non superare la velocità di infusione di 40 mEq/ora, sotto monitorizzazione elettrocardiografica, e non superare la dose totale giornaliera di 400 mEq. Le fiale contenenti da 2 a 60 mEq devono essere diluite con soluzione di glucosio al 5% o soluzione fisiologica o altre soluzioni compatibili prima di essere somministrate.

(Potassio canrenoato)

Iperaldosteronismo primario, stati edematosi da iperaldosteronismo secondario, ipertensione arteriosa essenziale
Orale.
Adulti: 50-200 mg/die dipendentemente dalle condizioni del paziente.
Endovena.
Adulti: 200-600 mg/die per via endovenosa lenta oppure tramite fleboclisi in soluzione fisiologica o glucosata al 5%, senza addizionare altri prodotti parenterali.

(Potassio citrato)

Ipocitraturia
Orale.
Adulti (grave ipocitraturia, citrato urinario < 150 mg/die): dose iniziale di 60 mEq/die (30 mEq 2 volte/die o 20 mEq 3 volte/die durante i pasti o entro 30 minuti dai pasti). Dosi > 100 mEq/die non sono state studiate e non sono quindi consigliate.
Adulti (ipocitraturia da lieve a moderata, citrato urinario > 150 mg/die): dose iniziale di 30 mEq/die (15 mEq 2 volte/die o 10 mEq 3 volte/die durante i pasti o entro 30 minuti dai pasti).

(Potassio cloruro)

Deplezione potassica, intossicazione digitalica in pazienti con ipopotassiemia, alcalosi metabolica ipocloremica ed ipopotassiemica
Orale.
Adulti: 600-1200 mg 2-3 volte al giorno o più a seconda del fabbisogno del paziente, da assumere preferibilmente a stomaco pieno.

(Potassio fosfato)

Ipofosfatemia
Endovena.
Adulti: 9 mmoli di fosfato ogni 12 ore. Nei pazienti gravemente malati, la dose di fosfato può essere aumentata fino a 500 mcmol/kg (circa 30 mmol negli adulti), da somministrare in 6-12 ore secondo la gravità.

(Potassio permanganato)

Dermatosi essudative, micosi, iperidrosi, bromidosi
Topica.
Adulti: 250-500 mg di potassio permanganato da sciogliere in 1 litro di acqua per irrigazioni o applicazioni locali. Utilizzare esclusivamente per uso esterno. Il potassio permanganato è altamente tossico per ingestione (sintomi di avvelenamento possono comparire entro 48 ore) e può essere tossico per inalazione.

ASSOCIAZIONI

Preparati antiedemici

Potassio canrenoato più butizide
Orale.
Adulti: 50-100 mg/die (potassio canrenoato) più 5-10 mg/die (butizide).

Preparati antiacidi, antiemetici

Potassio citrato più metoclopramide più dimeticone più acido tartarico più acido citrico anidro più sodio bicarbonato
Orale.
Adulti: 5 g di granulato effervescente (contenente 5 mg di metoclopramide cloridrato più 50 mg di dimeticone più 94,45 mg di potassio citrato più 670 mg di acido citrico più 152 mg di acido tartarico più 1050 mg di sodio bicarbonato) in mezzo bicchiere d’acqua prima dei pasti o al momento dell’insorgenza dei disturbi, 2-3 volte al giorno.

Potassio citrato più sodio citrato più complesso vitaminico
Orale.
Adulti: 2550 mg/die (sodio citrato) più 300 mg/die (potassio citrato) più 300 mg/die (tiamina difosfato estere libero) più 150 mg/die (riboflavina 5-monofosfato monosodico) più 75 mg/die (vitamina B6 cloridrato) più 420-600 mg/die (acido citrico). Suddividere la dose totale in 3 somministrazioni nell’arco delle 24 ore. Sciogliere i sali in poca acqua (mezzo bicchiere).
Bambini: metà dose degli adulti.

Potassio citrato più glucosio (destrosio) anidro più piridossina
Orale.
Adulti: 6/8 cucchiaini/die di granulato (contenente in 100 g: 69,24 g di glucosio più 1 g di potassio citrato più 0,05 g di piridossina) da suddividere in 3-4 volte al giorno. Sciogliere il granulato in mezzo bicchiere d’acqua.
Bambini: circa metà della dose degli adulti.

Potassio bicarbonato più sodio alginato
Orale.
Adulti, bambini (età > 12 anni): 5-10 ml di sospensione (contenente 1g/10 ml di sodio alginato più 200 mg/10 ml di potassio bicarbonato) dopo i pasti e la sera prima di andare a letto.
Anziani: non è necessario modificare le dosi indicate per gli adulti.

Integratori

Potassio aspartato più magnesio aspartato
Orale.
Adulti: 900 mg/die (aspartato di magnesio tetraidrato) più 900 mg/die (aspartato di potassio emiidrato). Sono necessari almeno 4 giorni di terapia prima di poter evidenziare un miglioramento clinico soggettivo; si consiglia di continuare la somministrazione del prodotto per almeno due settimane.

Potassio citrato più potassio succinato più potassio malato più potassio tartrato più potassio bicarbonato
Orale.
Adulti: da 1 a 8 bustine o più al giorno (1 bustina contiene: 0,100 g di potassio succinato, pari a 1,03 mEq di K, più 0,100 g di potassio malato, pari a 0,95 mEq di K, più 0,250 g di potassio citrato pari a 2,45 mEq di K, più 0,050 g di potassio tartrato pari a 0,44 mEq di K, più 0,500 g di potassio bicarbonato pari a 4,99 mEq di K), secondo prescrizione medica, dopo il pasto. Il granulato può essere assunto tal quale e masticato lentamente oppure sciolto in poca acqua.
Bambini: secondo prescrizione medica.

Preparati lassativi

Potassio cloruro più macrogol 4000 più sodio solfato anidro più sodio bicarbonato più sodio cloruro più dimeticone
Orale.
Adulti: 233,2 g (polietilenglicole (PEG) 4000) più 0,32 g di (simeticone anche noto come dimeticone attivato) più 22,72 (sodio solfato anidro) più 6,72 g (sodio bicarbonato) più 5,84 g (sodio cloruro) più 2,96 g (potassio cloruro) sciolti in 4 litri d’acqua. Consumare i 4 litri di soluzione nel pomeriggio che precede l’esame diagnostico (esami endoscopici o radiologici sul grosso intestino, ecografie addominali) oppure bere 2 litri di soluzione la sera precedente l’esame e i 2 litri rimanenti la mattina stessa dell’esame. Il ritmo di assunzione è di 250 ml ogni 15 minuti, fino ad esaurimento dei 4 litri. La prima evacuazione si verifica, di regola, circa 90 minuti dopo l’inizio della somministrazione; si deve continuare a bere finché l’efflusso rettale sarà limpido. La soluzione salina deve essere ingerita dopo un digiuno di 3-4 ore. In ogni caso non consumare cibi solidi a partire da 2 ore prima dell’operazione fino all’esecuzione dell’esame; l’apporto di acqua è libero. La soluzione risulta più gradevole se raffreddata dopo aver disciolto la polvere con acqua a temperatura ambiente.
Bambini e adolescenti: il dosaggio consigliato è di 25-40 ml/Kg/ora fino ad ottenere un efflusso rettale limpido.

Potassio cloruro più macrogol 3350 più sodio solfato più sodio cloruro più acido ascorbico più sodio ascorbato
Orale.
Adulti e anziani: 200 g (macrogol 3350) più 15 g (sodio solfato anidro) più 11,8 g (ascorbato di sodio) più 9,4 g (acido ascorbico) più 5,382 g (sodio cloruro) più 2,03 g (potassio cloruro) sciolti in 2 litri di acqua. Si raccomanda di consumare oltre alla soluzione salina anche un ulteriore litro di bevanda (acqua, brodo, succo di frutta senza polpa, bevande analcoliche, tè e/o caffè senza latte). La soluzione deve essere consumata in 2-4 ore la sera prima dell’esame oppure suddividere la soluzione in due parti e berne un litro la sera prima e un litro la mattina presto dell’esame diagnostico. Lasciar passare almeno un’ora tra l’assunzione di liquido (il medicinale o liquido chiaro) e l’inizio della colonscopia. Dall’inizio del ciclo di trattamento e fino al termine dell’esame clinico non deve essere assunto alcun cibo solido.

Potassio cloruro più macrogol 3350 più sodio bicarbonato più sodio cloruro
Orale.
Adulti, adolescenti (età >/= 12 anni), anziani: 1-3 bustine/die (ogni bustina contiene: 13,1250 g di macrogol 3350 più 350,7 mg di sodio cloruro più 178,5 mg di sodio bicarbonato più 46,6 mg di potassio cloruro) suddivise in dosi, sciolte ognuna in 125 ml di acqua, a seconda della risposta individuale al trattamento. Per il trattamento di mantenimento, la dose può essere ridotta ad 1 o 2 buste al giorno. Non superare la dose massima di 4 buste/die.
Bambini (2-6 anni): 1 bustina/die (contenente 6,563 g di macrogol 3350 più 175,4 mg di sodio cloruro più 89,3 mg di sodio bicarbonato più 23,3 mg di potassio cloruro).
Bambini (6-11 anni): 2 bustine/die (ogni bustina contiene: 6,563 g di macrogol 3350 più 175,4 mg di sodio cloruro più 89,3 mg di sodio bicarbonato più 23,3 mg di potassio cloruro).
Le feci da evacuare devono risultare morbide e l’evacuazione deve essere regolare, in caso contrario valutare un aumento del dosaggio. Gli aumenti di dosaggio devono avvenire con intervalli di tempo non inferiori ai 2 giorni.

Preparati detergenti ed antisettici

Potassio idrossido più olio d’oliva più alcool
Topica.
Adulti: più applicazioni/die di soluzione (contenente 10 g di olio d’oliva vergine più 2,1 g di potassio idrossido più 5,5 g di etanolo al 96% ogni 100 g).

Soluzioni endovena additive

Potassio cloruro più sodio cloruro più calcio cloruro più sodio acetato
Endovena.
Adulti: il volume di soluzione (contenente ogni 1000 ml: 6,00 g di sodio cloruro più 0,30 g di potassio cloruro più 0,22 g di calcio cloruro diidrato più 4,00 g di sodio acetato, equivalenti a 132 mEq/L di Na, 4 mEq/L di K, 3 mEq/L di Ca, 110 mEq/L di Cl, 29 mEq/L di acetato, con osmolarità teorica di 277 mOsm/L e pH compreso tra 6,0 e 7,0) da somministrare deve essere individualizzata in base a età, peso e condizioni cliniche del paziente.

Potassio cloruro più sodio lattato più sodio cloruro
Intramuscolare, endovena.
Bambini: somministrare la soluzione (contenente ogni 100 ml: 0,27 g di cloruro di potassio più 0,30 g di cloruro di sodio più 0,60 g di lattato di sodio, equivalenti a 105 mEq/L di sodio, 36 mEq/L di potassio, 87 mEq/L di cloruro, 54 mEq/L di lattato), se possibile, per via ipodermica, se necessario per via ev. La dose totale non deve superare 80 ml/kg/die; il periodo di somministrazione non deve essere inferiore alle 4 ore.

Potassio cloruro più sodio lattato più sodio cloruro più calcio cloruro
Endovena.
Adulti: il volume della soluzione (contenente ogni 1000 ml: 6,00 g di sodio cloruro più 0,40 g di potassio cloruro più 0,27 g di calcio cloruro più 6,34 g di sodio lattato, corrispondenti a 130,9 mEq/L di Na, 5,4 mEq/L di K, 111,7 mEq/L di Cl, 3,68 mEq/L di Ca, 28,3 mEq/L di lattato, osmolarità teorica di 278 mOsm/L e pH di 5,5-6,3) da somministrare deve essere individualizzata in base a età, peso e condizioni cliniche del paziente.

Potassio cloruro più sodio cloruro più magnesio cloruro più sodio acetato più sodio gluconato più glucosio (destrosio) monoidrato
Endovena.
Adulti: la soluzione (contenente ogni 100 ml: 5 g di glucosio più 526 mg di cloruro di sodio più 222 mg di acetato di sodio più 502 mg di gluconato di sodio più 37 mg di cloruro di potassio più 14 mg di cloruro di magnesio) va somministrata per infusione lenta. La dose non deve superare la velocità di 3 ml per m2 di superficie corporea per minuto.

Potassio cloruro più sodio cloruro più sodio acetato più sodio gluconato più magnesio cloruro
Endovena.
Adulti: la soluzione (contenente ogni 100 ml: 526 mg di cloruro di sodio più 222 mg di acetato di sodio più 502 mg di gluconato di sodio più 37 mg di cloruro di potassio più 14 mg di cloruro di magnesio) va somministrata per infusione lenta. La dose non deve superare la velocità di 3 ml/m2 di superficie corporea per minuto.

Potassio cloruro più sodio cloruro più magnesio cloruro esaidrato più calcio cloruro diidrato più sodio acetato triidrato più acido malico
Endovena.
Adulti, anziani, adolescenti (età >/= 12 anni): 0,5-3 L/24 ore (1000 ml di soluzione contengono: 6,80 g di cloruro di sodio più 0,30 g di cloruro di potassio più 0,20 g di magnesio cloruro esaidrato più 0,37 g calcio cloruro diidrato più 3,27 g di sodio acetato triidrato più 0,67 g di acido L-malico; concentrazioni elettrolitiche: sodio 145,0 mmol/L, potassio 4,0 mmol/L, magnesio 1,0 mmol/L, calcio 2,5 mmol/L, cloruro 127,0 mmol/L, acetato 24,0 mmol/L, malato 5,0 mmol/L) corrispondenti a un dosaggio da 1 a 6 mmoli di sodio/kg/24 ore e da 0,03 a 0,17 mmoli di potassio/kg/24 ore.
La velocità massima di infusione dipende dalle necessità del paziente di liquidi e elettroliti, dal suo peso e dalle sue condizioni cliniche.
Neonati e bambini: da 20 ml a 100 ml/kg/24 ore di soluzione (contenente per 1000 ml: 6,80 g di cloruro di sodio più 0,30 g di cloruro di potassio più 0,20 g di magnesio cloruro esaidrato più 0,37 g calcio cloruro diidrato più 3,27 g di sodio acetato triidrato più 0,67 g di acido L-malico), corrispondenti a un dosaggio da 3 a 14 mmoli di sodio/kg/24 ore e da 0,08 a 0,40 mmoli di potassio/kg/24 ore. Nei pazienti pediatrici la velocità di infusione è di 5 ml/kg/h in media, ma questo valore varia con l’età: 6-8 ml/kg/h per neonati, 4-6 ml/kg/h per bambini ai primi passi, 2-4 ml/kg/h per bambini in età scolare.

Soluzioni per la conservazione/perfusione degli organi

Potassio fosfato monobasico più potassio idrossido più etamido più acido lattobionico più sodio idrossido più adenosina più allopurinolo più magnesio solfato eptaidrato più raffinosio pentaidrato più glutatione
Adulti: usare un volume minimo di 2-4 L di soluzione in caso di irrorazione aortica in situ; 1 L di soluzione in caso di irrorazione portale in situ (facoltativa); 1000-1200 ml di soluzione per l’infusione ex vivo del fegato (via vena porta e albero biliare); 300-500 ml di soluzione per l’irrorazione di pancreas o rene.
Bambini: usare un volume minimo di 50 ml/kg di soluzione in caso di irrorazione aortica in situ; 50 ml/kg di soluzione in caso di infusione ex vivo del fegato (via vena porta e albero biliare); 150-250 ml di soluzione per l’irrorazione di pancreas o rene.
Un litro di soluzione per la conservazione/perfusione di organi contiene poli (0-2-idrossietil) amido 0,40-0,50 MS1 (pentafrazione) (50,0 g/L) più acido lattobionico (come lattone) (35,83 g/L) 105 mmol/L più potassio idrossido 56% (14,5 g/L) 100 mmol/L più sodio idrossido 40% (3,679 g/L) 27 mmol/L più adenosina (1,34 g/L) 5 mmol/L più allopurinolo (0,136 g/L) 1 mmol/L più potassio fosfato monobasico (3,4 g/L) 25 mmol/L più magnesio solfato eptaidrato (1,23 g/L) 5 mmol/L più raffinosio pentaidrato (17,83 g/L) 30 mmol/L più glutatione (0,922 g/L) 3 mmol/L; ha un’osmolalità pari a circa 320 mosmol/kg, una concentrazione finale di ioni sodio pari a 29 mEq/L e di ioni potassio pari a 125 mEq/L e pH = 7,4 a temperatura ambiente.
Alla soluzione vanno aggiunti immediatamente prima dell’uso: 16 mg di desametasone (16 mg/L), insulina rapida (40 unità/L), Penicillina G. (200.000 unità/L) ed eventualmente glutatione ridotto appena preparato (0,922 g/L pari a 3 mmol/L).

Soluzioni per emofiltrazione

Potassio cloruro più soluzione per emofiltrazione, emodialisi, emodiafiltrazione
Adulti e anziani: somministrare un volume di soluzione (contenente 0,257 g/L di calcio cloruro biidrato più 0,102 g/L di magnesio cloruro esaidrato più 6,14 g/L di sodio cloruro più 0,149-0,298 g/L di potassio cloruro più 1 g/L di glucosio anidro più 2,94 g/L di sodio bicarbonato) nell’emofiltrazione ed emodiafiltrazione, in modo da assicurare un adeguato equilibrio di elettroliti e liquidi. La velocità di aggiunta della soluzione è pari a 7-35 ml/kg/ora in caso di insufficienza renale cronica; pari a 20-35 ml/kg/ora in caso di insufficienza renale acuta. La soluzione può essere infusa nel circuito ematico extracorporeo in prediluizione e/o postdiluizione.