BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Risperidone

Risperdal e altri

Interazioni - Quali sono le interazioni farmacologiche di Risperidone?


         

Alcol, farmaci antidepressivi, farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale: prestare particolare attenzione alle associazioni tra tali farmaci e il risperidone, perchè si potrebbe verificare un peggioramento dello stato del paziente.

Amitriptilina: influenza la farmacocinetica del risperidone e del suo metabolita 9-idrossirisperidone (Sommers et al., 1997).

Carbamazepina e altri induttori degli enzimi epatici: da uno studio emerge che la co-somministrazione di carbamazepina determina una diminuzione significativa (p<0,01) della concentrazione plasmatica di risperidone e un aumento della concentrazione di 9-idrossirisperidone (Ono et al., 2002; Mula, Monaco, 2002).

Cimetidina, ranitidina: aumentano la biodisponibilità del risperidone rispettivamente del 64% e 26% (scheda prodotto Risperdal, dicembre 2010).

Clozapina: dagli studi effettuati non risultano interazioni farmacocinetiche con il risperidone (Chetty et al., 2009).

Digossina, litio: per questi farmaci non sono note interazioni farmacocinetiche con il risperidone che abbiano effetti clinici rilevanti (scheda prodotto Risperdal, dicembre 2010).

Farmaci antiepilettici: l’assunzione di risperidone può diminuire l’efficacia terapeutica di tali farmaci e favorire l’insorgere di fenomeni convulsivi (Ebert, 2002).

Farmaci ipotensivi: a causa dell’azione antagonista sui recettori alfa1 adrenergici, il risperidone può aumentare gli effetti dei farmaci ipotensivi.

Fenotiazine, antidepressivi triciclici, alcuni beta-bloccanti: possono aumentare la concentrazione plasmatica del risperidone.

Fluoxetina, paroxetina: sono potenti inibitori del CYP2D6, pertanto inibiscono il metabolismo del risperidone e ne aumentano la concentrazione plasmatica fino a comparsa di tossicità. Valutare un eventuale aggiustamento delle dosi dei farmaci (Spina et al., 2002; Fukui, Murai, 2002).

Furosemide: da studi condotti su pazienti anziani che assumevano risperidone per il trattamento della demenza, è emerso che l’associazione risperidone-furosemide può determinare un aumento dell’incidenza di mortalità. Tale fenomeno non si è verificato in seguito all’associazione tra risperidone e altri diuretici tiazidici; il meccanismo di tale interazione non risulta chiaro (scheda prodotto Risperdal, marzo 2007).

Inibitori del CYP2D6 (amiodarone, fluvoxamina, chinidina, terbinafina, cimetidina): tali farmaci causano un aumento della concentrazione plasmatica di risperidone, poichè ne inibiscono il metabolismo a 9-idrossirisperidone. Valutare eventuali segni o sintomi di tossicità del risperidone e se necessario risurre il dosaggio di risperidone.

Levodopa, altri agonisti della dopamina: il risperidone ne antagonizza gli effetti terapeutici.

Ritonavir: la concentrazione plasmatica di risperidone risulta aumentata, a causa dell’inibizione farmacometabolica del ritonavir sul CYP2D6 e sul CYP3A4, dei quali il risperidone è substrato. L’aumento della concentrazione sierica di risperidone può indurre la comparsa di effetti tossici. Monitorare attentamente il paziente e se necessario ridurre il dosaggio di risperidone (Jover et al., 2002).

Sertralina: alte dosi di sertralina (> 100 mg/die) possono aumentare i livelli plasmatici di risperidone per inibizione farmacometabolica sul CYP2D6 (Spina et al., 2004).

Valproato: l’assunzione di risperidone e valproato influenza i parametri farmacocinetici del valproato (Ravindran et al., 2004). In alcuni casi il risperidone può determinare un aumento della concentrazione plasmatica di valproato, la cui rilevanza clinica può essere considerate trascurabile (Sund et al., 2003).