BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Zopiclone

Imovane, Zopiclone EG

Interazioni - Quali sono le interazioni farmacologiche di Zopiclone?


         

Alcool: evitare l’assunzione concomitante poichè l’alcool aumenta l’effetto sedativo dello zopiclone.

Eritromicina: aumenta l’assorbimento e il tempo di emivita dello zopiclone; ne diminuisce la clearance (Aranko et al., 1994).

Gemfibrozil: il gemfibrozil è un inibitore del CYP2C8 ma non sembra influenzare in modo significativo i parametri farmacocinetici dello zopiclone; è stato invece osservato un aumento della concentrazione plasmatica media e dell’AUC dei metaboliti zopiclone-N-ossido e N-demetilzopiclone e una riduzione del 48% della clearance renale di zopiclone-N-ossido (p<0,001) (Tornio et al., 2006).

Farmaci neurolettici, ipnotici, ansiolitici/sedativi, antidepressivi, analgesici narcotici, antiepilettici, anestetici ed antistaminici sedativi: aumentano, a livello centrale, l’effetto deprimente dello zopiclone.

Farmaci induttori del citocromo P450 (carbamazepina, fenobarbital, fenitoina, iperico, rifampicina): l’aumento del metabolismo indotto da tali farmaci può ridurre le concentrazioni sieriche di zopiclone pertanto può essere necessario aumentare il dosaggio del farmaco.

Farmaci inibitori del citocromo P450 (claritromicina, eritromicina, ketoconazolo, itraconazolo, ritonavir): la riduzione del metabolismo indotta da tali farmaci aumenta l’esposizione a zopiclone con possibile comparsa di effetti tossici. In caso di assunzione concomitante con farmaci inibitori del citocromo P450 può essere opportuno ridurre il dosaggio di zopiclone.

Itraconazolo: è stato osservato un aumento dei parametri farmacocinetici dello zopiclone (AUC, Cmax, tempo di emivita) in seguito a co-somministrazione di itraconazolo, ma la rilevanza clinica di tali interazioni non è nota (Jalava et al., 1996).

Nefazodone: la co-somministrazione può causare un aumento dei livelli sierici di zopiclone poichè il nefazodone è un inibitore del CYP3A4, enzima responsabile del metabolismo di zopiclone (Alderman et al., 2001).

Rifampicina: la concentrazione plasmatica dello zopiclone risulta diminuita in seguito a somministrazione concomitante poichè la rifampicina è un potente induttore degli enzimi citocromiali (Villikka et al., 1997).

Trimipramina: diminuisce la biodisponibilità dello zopiclone (Caille et al., 1984).