BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Sinusite

Cause


         

Quali sono le cause della Sinusite?

La causa della sinusite è infettiva e tale infezione può essere:

La sinusite è causata nella maggior parte dei pazienti da un’infezione virale delle alte vie respiratorie, come ad esempio il raffreddore. L’infezione virale, ad esempio una rinite, può causare la chiusura dei canalicoli (osti) che mettono in comunicazione i seni paranasali con le cavità nasali causando il ristagno di muco nei seni paranasali da cui la sintomatolgia tipica della sinusite (muco denso o colorato, costipazione nasale, naso chiuso, dolore alla pressione delle aree che circondano occhi, naso fino agli zigomi). Il ristagno di muco può causare inoltre una proliferazione batterica o in particolari circostanze (immunodeficienza) di funghi (micosi).

La sinusite può essere causata anche da un’infezione batterica primaria. L’analisi del secreto nasale in pazienti adulti con sinusite batterica acuta ha evidenziato la presenza di Streptococcus pneumoniae (20-43%), Haemophilus influenzae (22-35%), Moraxella catarrhalis (2-10%), Staphylococcus aureus (10%) (Payne, Benninger, 2007; Brook, 1996; Gwaltney et al., 1981). Anche nei bambini il patogeno più frequentemente coinvolto in caso di sinusite batterica acuta è lo S. pneumoniae, seguito da H. influenzae e M. catharralis. Sebbene, raramente sia stato isolato lo S. aureus, questo patogeno rappresenta la causa principale delle complicanze infettive orbitali ed intracraniche nei bambini (Wald et al., 2013).

In alcuni casi, la sinusite può essere provocata da infezioni ai denti dell’arcata superiore che causano la formazione di passaggi dalla cavità orale al seno mascellare sovrastante oppure da traumi delle ossa della mascella.

Quando l’infiammazione della mucosa della cavità nasale e dei seni paranasali diventa persistente, la sinusite si cronicizza, il muco tende a ristagnare nelle cavità nasali e questo favorisce lo sviluppo di sovrainfezioni batteriche periodiche (esacerbazioni).

Fattori di rischio per lo sviluppo di sinusite cronica comprendono difetti anatomici (ad esempio la deviazione del setto nasale che può ridurre/bloccare i canali di comunicazione fra seni paranasali e cavità nasale), rinite allergica (l’edema della mucosa favorisce il ristagno di muco e lo sviluppo di batteri patogeni), polipi (escrescenze che si sviluppano dal tessuto sottomucoso della cavità nasali  e dei seni paranasali e che ostruiscono il passaggio di muco), deficit del sistema immunitario, malattia da reflusso gastroesofageo (infiammazione del complesso osteomeatale e conseguente ristagno di muco; il complesso osteomeatale mette in comunicazione i seni paranasali frontale, mascellari ed etmoidale anteriore con la cavità nasale).

Anche fattori ambientali possono favorire lo sviluppo di sinusite, come ad esempio l’inquinamento, l’aria condizionata, il fumo.

In sintesi, tutte quelle condizioni che in forma acuta o cronica alterano la ventilazione del distretto nasale (cavità nasali e seni paranasali) possono essere un fattore di rischio di sinusite.