BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Ampicillina

Ampicillina Sulbactam, Amplital, Unasyn

Farmacologia - Come agisce Ampicillina?


         

L’ampicillina è un antibiotico a largo spettro attivo verso batteri Gram positivi e Gram negativi. E’ un antibiotico beta-lattamico appartenente alla classe delle penicilline. Strutturalmente è un derivato dell’acido 6-amino-penicillamico ed è caratterizzato da stabilità in ambiente acido.

Sintetizzata per la prima volta da John Sheehan, è stata introdotta sul mercato nel 1961.

L’ampicillina è risultata efficace verso i batteri: (Gram positivi) Streptociccus viridans, Streptococcus aureus (penicillino sensibile), Streptococcus pneumoniae, Streptococcus pyogenes, Lysteria monocitogenes, Clostridium species, Bacillus anthracis, Corynebacterium species; (Gram negativi) Haemophilus influenzae, Escherichia coli, Proteus mirabilis, Salmonella species, Shigella species, Neisseria meningitidis, Neisseria gonorrhoeae, Bordetella pertussis, Brucella species.

La resistenza all’ampicillina è causata dallo sviluppo da parte delle cellule batteriche di enzimi (beta-lattamasi) in grado di aprire l’anello beta-lattamico e inattivare l’antibiotico.

L’ampicillina condivide con le altre molecole del gruppo delle penicilline il meccanismo d’azione. Agisce a livello della parete batterica impedendone la stabilizzazione. Nella sintesi della parete batterica intervengono degli enzimi (transpeptidasi) che formano legami crociati finalizzati ad aumentare la rigidità e la stabilità della parete stessa. L’ampicillina si lega alla transpeptidasi inattivandola. L’assenza di legami crociati comporta la lisi e la morte della cellula batterica.

L’ampicillina può essere somministrata in associazione a sulbactam. Il sulbactam è un inibitore delle beta-lattamasi. L’associazione del sulbactam all’ampicillina consente di utilizzare l’antibiotico anche verso ceppi di batteri produttori di beta-lattamasi.

Il sulbactam da solo ha una scarsa attività battericida.