BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cimetidina

Cimetidina, Etideme, Ulis

Effetti collaterali - Quali sono gli effetti collaterali di Cimetidina?


         

Il trattamento prolungato con H2-antagonisti, quindi anche con cimetidina, può portare allo sviluppo di un certo grado di tolleranza che consiste nella progressiva perdita dell'efficacia antisecretoria del trattamento. Questo fenomeno viene associato ad un aumento del numero o della sensibilità dei recettori H2 istaminergici conseguentemente alla loro protratta inibizione oppure alla maggiore secrezione di istamina indotta dallo stato di ipoacidità gastrica.

Cardiovascolari: (rari: 0,01-0,1%) bradicardia, blocco atrioventricolare; (molto raro: <0,01%) tachicardia.

Centrali: (rari: 0,01-0,1%) cefalea, vertigini; (molto rari: <0,01%) confusione, depressione, allucinazioni.

Dermatologici: (molto rari: <0,01%) rash cutanei, alopecia.

Ematici: (molto rari: <0,01%) alterazioni ematiche come agranulocitosi (grave diminuzione del numero di granulociti circolanti e conseguente aumentata suscettibilità alle infezioni), leucopenia (diminuzione del numero di granulociti circolanti), pancitopenia (riduzione del numero di tutte le cellule del sangue), trombocitopenia (o piastrinopenia, si intende una quantità di piastrine (o trombociti) circolanti inferiore a 150000/mm3).

Endocrini: segnalazioni di ginecomastia e impotenza.
La cimetidina, in virtù di un meccanismo H2 indipendente, può causare ginecomastia e impotenza nell'uomo e galattorea con iperprolattinemia nella donna quando assunta ad alte dosi per lunghi periodi. Tali effetti avversi sono comunque reversibili e sono riconducibili al blocco dei recettori per gli androgeni e ad un potenziamento dell'azione dell'estradiolo, per inibizione metabolica.

Epatici: (rari: 0,01-0,1%) alterazione dei livelli di transaminasi.
Ci sono state segnalazioni di danni epatici, con epatite Colostatica.

Gastrointestinali: (comuni: 1-10%) diarrea o stipsi (>3%); (molto raro: <0,01%) pancreatite acuta.

Muscoloscheletrici: (comune: 1-10%) mialgia.

Renali: (molto raro: <0,01%) nefrite interstiziale.

Sistemici: (raro: 0,01-0,1%) stanchezza; (molto rari: <0,01%) febbre.