BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Cimetidina

Cimetidina, Etideme, Ulis

Farmacologia - Come agisce Cimetidina?


         

La cimetidina è il capostipite dei farmaci antagonisti del recettore H2 istaminergico. La molecola della cimetidina è stata sviluppata attraverso modificazioni progressive della struttura chimica del mediatore endogeno istamina (1). In dettaglio a partire dal composto istamino-simile burimamide (2), dotato di attività antisecretoria ma di scarsa biodisponibilità orale fu sviluppata la cimetidina (3).

La Cimetidina ha come bersaglio il recettore H2 istaminergico presente sulla membrana basolaterale delle cellule parietali gastriche. Questo recettore è stimolato dall'istamina rilasciata dalle cellule enterocromaffino-simili (ECL), localizzate in prossimità della mucosa gastrica, quando queste sono stimolate da altri mediatori, come l'acetilcolina e la gastrina, in seguito a stimoli olfattivi, visivi e gustativi. Questo recettore viene bloccato dalla cimetidina con meccanismo competitivo. Tale antagonismo comporta una spiccata inibizione della secrezione acida notturna, sostenuta dalla stimolazione istaminergica delle cellule parietali gastriche.
Anche la stimolazione diretta delle cellule parietali da parte di acetilcolina e gastrina induce una secrezione acida più bassa, quando sono presenti farmaci antagonisti sui recettori H2. Questo fenomeno sembra essere associato ad una riduzione dei livelli di cAMP (adenosina monofosfato ciclico) nelle cellule parietali (Katzung, 2010; Annunziata-Di Renzo, 2010).
Studi in vitro su cellule di atrio di cavia e utero di ratto in coltura hanno mostrato che la cimetidina agisce da antagonista dell’azione istaminica.
Negli studi condotti su modelli animali la cimetidina è risultata parimenti efficace nell’inibire la secrezione acida basale e quella indotta da istamina e gastrina, mentre è meno efficace nell’inibire la secrezione indotta da carbacolo, una molecola segnale che stimola i recettori muscarinici dell’acetilcolina.
La somministrazione endovenosa di cimetidina in volontari sani ha mostrato che la secrezione gastrica indotta da gastrina è inibita dalla cimetidina, con un valore EC50 (concentrazione di farmaco necessaria per ottenere la metà dell’effetto massimo) pari a 2,5 uM (Brimblecombe et al., 2010).