BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Diazepam

Valium, Spasmomen, Valpinax e altri

Posologia - Qual รจ la posologia di Diazepam?


         

Riportiamo di seguito la posologia del diazepam nelle diverse indicazioni terapeutiche.

Stati di agitazione
Rettale.
Adulti: 500 mcg/Kg, ripetibili, in caso di necessità, dopo 12 ore.
Anziani: 250 mcg/Kg.
Intramuscolare, endovena.
Adulti: 30-60 mg/die refratti in 3 somministrazioni fino a risoluzione dei sintomi acuti.

Manifestazioni ansiose
Orale.
Adulti: 4-10 mg/die da suddividere in più dosi.
Pazienti anziani o debilitati: 4 mg/die suddivisi in 2 somministrazioni.
Bambini (4-14 anni): 4-12 mg/die.
Bambini (</= 3 anni): 1-6 mg/die.
Rettale.
Adulti: 10-30 mg/die da suddividere in più dosi.

Insonnia
Orale.
Adulti: 5-15 mg/die in un’unica somministrazione al momento di coricarsi.
Bambini: 1-5 mg/die in un’unica somministrazione al momento di coricarsi.

Spasmi muscolari
Orale.
Adulti: 10-30 mg/die.
Intramuscolare.
Adulti: 10-20 mg.
Bambini: 2-10 mg.

Convulsioni febbrili del lattante e del bambino
Rettale.
Bambini: 0,5 mg/kg (indicativamente 5 mg per bambini di età uguale o inferiore a 3 anni e 10 mg per bambini di età superiore a 3 anni).
Parenterale.
Bambini: 250 mcg/Kg per iniezione endovenosa lenta (1 mg/min).
Le convulsioni febbrili semplici presentano carattere di “benignità“ e tendono a risolversi spontaneamente nell’arco di 2 minuti. Il diazepam andrebbe somministrato solo se l’episodio convulsivo tendesse a protrarsi oltre questo lasso di tempo. Se l’episodio convulsivo persiste, è possibile somministrare una seconda dose di diazepam dopo 4-12 ore. Per ridurre il rischio di inalare saliva o vomito, sistemare il bambino in preda alla crisi convulsiva su un fianco e allentare qualsiasi tipo di chiusura/strozzatura intorno al collo (fibie, bottoni, cerniere). E’ importante non abusare del farmaco per evitare che insorga tolleranza: in genere si raccomanda di utilizzare il diazepm per non più di un episodio di convulsione febbrile alla settimana (4-5 volte nell’arco di un mese). La somministrazione di diazepam alla comparsa della febbre, come profilassi della convulsione febbrile semplice non è raccomandata (data la benignità dell’evento, il rapporto benefici clinici/effetti collaterali potenziali non è considerato favorevole) (American Accademy of Pediatrics, 1999; Knudsen, 2000; Baumann, Duffner, 2000).

Stato epilettico e convulsioni indotte da farmaci
Rettale.
Adulti: 10 mg, ripetibili in caso di necessità.
Pazienti anziani e debilitati: 5 mg, ripetibili in caso di necessità.
Bambini (> 3 anni): 10 mg, ripetibili in caso di necessità.
Bambini (</= 3 anni): 5 mg, ripetibili in caso di necessità.
Parenterale.
Adulti: 10-20 mg per via ev.; in seguito, in caso di necessità, 20 mg per via im. o in infusione endovenosa lenta.

Trattamento ospedaliero degli stati di tensione angoscia, agitazione psicomotoria
Orale.
Adulti: 30-60 mg/die refratti in 3 somministrazioni.
Bambini (4-14 anni): 4-12 mg/die.
Bambini (</= 3 anni): 1-6 mg/die.

Premedicazione in anestesia generale o in caso di interventi chirurgici minori o pratiche diagnostiche
Rettale.
Adulti: 10 mg.
Pazienti anziani e debilitati: 5 mg.
Bambini (> 3 anni): 10 mg.
Bambini (</= 3 anni): 5 mg.
Intramuscolare.
Adulti: 0,1-0,2 mg/Kg.
Endovena.
Adulti: 0,2 mg/Kg.

Tetano
Endovena.
Adulti: 0,1-0,3 mg/kg, ripetibili, in caso di necessità, a distanza di 1-4 ore; oppure, infusioni di 3-10 mg/kg/die.

Crisi astinenziale da benzodiazepine
Orale.
Adulti: la dose iniziale di diazepam viene ridotta del 25% ogni settimana (Fatséas et al., 2006).

Intossicazione da clorochina
Parenterale.
Adulti: 2 mg/kg in 30 min seguiti da un dosaggio di 1-2 mg/kg in 24 ore (Croes et al., 1993).

Astinenza acuta da alcol
Parenterale.
Adulti: 10 mg, ripetibili, in caso di necessità, dopo almeno 4 ore.

Facilitazione del parto
Intramuscolare.
Adulti: 20 mg, da somministrare quando la dilatazione raggiunge 2-3 dita.

Minaccia di parto prematuro, placenta previa
Dose di mantenimento.
Orale.
Adulti: 40-60 mg/die refratti in 3-4 somministrazioni.
Dose iniziale.
Intramuscolare.
Adulti: 20 mg, da somministrare nuovamente dopo un’ora.

ASSOCIAZIONI

Preparati antiepilettici

Diazepam più buxamina
Orale.
Adulti: 5-20 mg/die (diazepam) più 250-1000 mg/die (buxamina) suddivisi in 1-4 somministrazioni.

Preparati spasmolitici

Diazepam più octatropina metilbromuro
Orale.
Adulti: 2,5-5 mg/die (diazepam) più 40-80 mg/die (octatropina metilbromuro).

Diazepam più isopropamide ioduro
Orale.
Adulti: 2,5-5 mg (diazepam) più 2,5-5 mg (isopropoamide ioduro) da 1 a 3 volte/die.

Diazepam più ottilonio bromuro
Orale.
Adulti: 2-6 mg/die (diazepam) più 40-120 mg/die (ottilonio bromuro) refratti in 1-3 somministrazioni, preferibilmente dopo i pasti.