BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Esomeprazolo

Lucen, Nexium e altri

Indicazioni - Quali sono le indicazioni terapeutiche di Esomeprazolo?


         

Riportiamo di seguito le indicazioni terapeutiche di esomeprazolo:

1) l’esomeprazolo è indicato nel trattamento della malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE o GERD secondo l’acronimo inglese da Gastroesophageal reflux disease): trattamento dell’esofagite da reflusso erosiva negli adulti e nei bambini (età > 12 mesi), trattamento a lungo termine per la prevenzione delle recidive in caso di avvenuta cicatrizzazione dell’esofagite negli adulti, trattamento sintomatico della malattia da reflusso esofageo negli adulti e nei bambini (età > 12 mesi) (Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA). L’ente americano che regola l’uso dei farmaci, la Food and Drug Administration (FDA), ha approvato l’esomeprazolo anche nei bambini di età compresa fra 1 e 11 mesi nella formulazione orale per il trattamento del reflusso gastroesofageo e nella formulazione parenterale per il reflusso gastroesofageo con esofagite erosiva. In Italia la formulazione parenterale dell’esomeprazolo è indicata solo per i pazienti adulti.

2) l’esomeprazolo è indicato nei pazienti adulti nell’eradicazione di Helicobacter pylori in associazione a trattamento chemioterapico antibatterico in caso di ulcera duodenale e nella prevenzione delle recidive delle ulcere peptiche in pazienti con ulcere da H. pylori (Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA).

3) l’esomeprazolo è indicato nei pazienti adulti nel trattamento e nella profilassi delle ulcere gastriche e duodenali e della gastropatia erosiva associata alla somministrazione continuativa di FANS (Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA).

4) l’esomeprazolo è indicato nei pazienti adulti nel trattamento di stati patologici caratterizzati da ipersecrezione quali sindrome di Zollinger-Ellison. (Agenzia Italiana del Farmaco, AIFA).