BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Formoterolo

Foster, Symbicort, Foradil e altri

Indicazioni - Quali sono le indicazioni terapeutiche di Formoterolo?


         

Riportiamo di seguito le indicazioni terapeutiche per formoterolo:

1) il formoterolo è indicato nel trattamento del broncospasmo in pazienti con asma bronchiale o broncopneumopatia cronica ostruttiva (bpco) (il termine bpco ingloba la bronchite cronica e l’enfisema).

Nel trattamento dell’asma bronchiale il formoterolo deve essere somministrato in associazione ai corticosteroidi secondo quanto raccomandato dalle Linee Guida europee e internazionali. Il formoterolo è un broncodilatatore che non possiede attività antinfiammatoria e pertanto deve essere associato ai corticosteroidi per via inalatoria. Sono disponibili diverse associazioni farmacologiche con corticosteroidi: formoterolo più budesonide, formoterolo più beclometasone e formoterolo più mometasone (quest’ultima associazione non è disponibile in commercio in Italia). L’associazione formoterolo più corticosteroide è indicata nei pazienti con controllo ottimale dell’asma bronchiale già in terapia con i due farmaci separatamente oppure nei pazienti con asma bronchiale non adeguatamente controllata in terapia con corticosteroide inalatoria e con beta2-agonista a breve durata d’azione “al bisogno“ (EMEA, FDA).
Uso dei beta2-agonisti a lunga durata d’azione (LABA) nel trattamento dell’asma bronchiale secondo le Linee Guida europee e internazionali (AIFA, 2011):
• i farmaci beta2-agonisti a lunga durata d’azione (LABA) (formoterolo e salmeterolo) devono essere impiegati solo in associazione ai corticosteroidi per via inalatoria quando questi ultimi non consentono un controllo ottimale della malattia;
• non iniziare la terapia con LABA (formoterolo e salmeterolo) durante la fase di esacerbazione dell’asma;
• somministrare i LABA (formoterolo e salmeterolo) alla dose efficace più bassa e aumentare la dose solo successivamente in caso di mancata efficacia del farmaco beta2-agonista;
• interrompere la somministrazione di LABA (formoterolo e salmeterolo) in caso di mancata efficacia terapeutica;
• ridurre la dose di LABA (formoterolo e salmeterolo) una volta raggiunto il controllo a lungo termine dell’asma bronchiale e se possibile passare al solo trattamento con corticosteroide inalatorio;
• non superare le dosi indicate; nei bambini la dose di 24 mcg/die di LABA è sufficiente a controllare l’asma bronchiale nella maggior parte dei casi.

Nel trattamento della broncopneumopatia cronica ostruttiva (bpco), le linee Guida raccomandano l’uso di broncodilatatori a lunga durata d’azione (pazienti con FEV1<80% valore atteso), associati ai corticosteroidi inalatori quando le riacutizzazioni sono frequenti (FEV1< 60% del valore atteso; riacutizzazioni =/> 3 negli ultimi 3 anni) (SIMG, 2011). Nel trattamento della bpco, i corticosteroidi non dovrebbero essere somministrati in associazione ai LABA nelle forme lievi della malattia (MHRA, 2009).
Le associazioni del formoterolo approvate per la bpco sono quella con il corticosteroide budesonide e quella con l’antagonista muscarinico aclidinio bromuro. L’associazione formoterolo più budesonide è indicata in pazienti con FEV1 (Volume espiratorio massimo in 1 secondo) inferiore al 50% del valore atteso e con frequenti riacutizzazioni nonostante la terapia con broncodilatatori a lunga durata d’azione (la FDA ha approvato per il trattamento della bpco solo la formulazione formoterolo più budesonide al dosaggio di 4,5/160 mcg per inalazione). L’associazione formoterolo più aclidinio bromuro è indicata come terapia di mantenimeno per il sollievo dei sintomi da bpco in pazienti adulti.

2) il formoterolo è indicato nella profilassi e trattamento del broncospasmo causato da allergeni, sforzo, variazioni repentine della temperatura esterna.
La FDA ha approvato l’uso del formoterolo nella profilassi dell’asma da sforzo negli adulti e nei bambini a partire dai 5 anni di età (scheda prodotto Foradil, 2012).
Le Linee Guida europee e internazionali raccomandano l’uso dei LABA (formoterolo e salmeterolo) come terapia di sollievo della sintomatologia asmatica in caso di asma da sforzo solo nei pazienti in terapia con corticosteroidi per via inalatoria (AIFA, 2011).