BrandMemo | manage and share brands you love  Pharmamedix su Facebook  Pharmamedix su Twitter
 Home | News | About us | Comitato scientifico | Iscriviti | Utenti | Etica | Contenuti | Guida | Faq | Stage | Contatti
Logo Pharmamedix
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Infezione da Coronavirus (CoV)

Prevenzione


         

Come prevenire l'Infezione da Coronavirus (CoV)?

A seconda dei ceppi di coronavirus, l’infezione virale può manifestarsi come un semplice raffreddore, nella maggior parte dei casi, oppure con polmonite e insufficienza respiratoria acuta, come nel caso delle epidemie della SARS e della MERS e quella sostenuta dal nuovo virus SARS-CoV-2, causa dell’infezione COVID-19.

Attualmente non sono disponibili vaccini contro il coronavirus, pertanto la profilassi primaria si basa sull’adozione di misure igienico-sanitarie, più o meno restrittive a seconda della gravità dell’epidemia. Tali misure servono a ridurre il rischio di contagio che avviene tramite le goccioline di saliva o muco emesse con la tosse o lo starnuto dalle persone infette o per contatto con superfici infette.

Comune raffreddore da coronavirus
Nel caso del comune raffreddore da coronavirus, le misure igienico-sanitarie comprendono (World Health Organization – WHO, 2020c):

MERS, SARS, COVID-19
Nel caso delle sindromi respiratorie da SARS-CoV, MERS-CoV e COVID-19, oltre alle indicazioni generali riportate per il comune raffreddore, le raccomandazioni per ridurre il rischio di contagio sono state più restrittive. Per quanto riguarda l’ultima epidemia causata dal virus SARS-CoV-2, sull’esperienza dell’epidemia di SARS le autorità sanitarie, prima in Cina dove ha avuto origine l’epidemia, poi in Italia, hanno messo in atto una serie di misure cautelari di isolamento delle zone focolaio dell’epidemia per ridurre la diffusione dell’epidemia a livello locale e globale, data l’assenza di farmaci efficaci e di un vaccino. Tali misure di contenimento sono volte a ridurre la velocità di diffusione dell’epidemia, soprattutto per non sovraccaricare il sistema sanitario nazionale e permettere per quanto possibile di poter intervenire adeguatamente su tutti i pazienti ricoverati.

In Cina le misure di contenimento hanno riguardato l’isolamento delle aree focolaio dell’epidemia (provincia di Hubei e zone limitrofe) e la limitazione degli spostamenti nazionali e internazionali per e da tali zone.

COVID-19: Misure di contenimento in Italia
In Italia, le misure di contenimento, applicate inizialmente alla zona del lodigiano da cui è partita l’epidemia, estese successivamente alle regioni più colpite (Lombardia, Veneto e altre 12 provincieestese) con l’ultimo DPCM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) sono state estese a tutta l’Italia e fino alla data del 3 aprile 2020. Tali misure prevedono (DPCM 9 marzo 2020):

Inoltre, sebbene non sia stata documentata la trasmissione di SARS-CoV-2 tramite sangue o derivati, il Centro Nazionale Sangue dell’Istituto Superiore di Sanità ha attivato le misure di prevenzione precauzionali (Centro Nazionale Sangue, 2020):

COVID-19: Raccomandazioni OMS
In caso di sospetto di infezione COVID-19, l’organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda ai familiari/contatti di (World Health Organization – WHO, 2020c):

COVID-19: Contatto stretto
Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) definisce in merito all’infezione COVID-19 “contatto stretto”:?